spot_img
HomeSerieANapoliNapoli Juve: il primo trofeo da allenatore di Gattuso

Napoli Juve: il primo trofeo da allenatore di Gattuso

-

NAPOLI JUVE – Si spengono le luci sulla settantreesima edizione della Coppa Italia: il Napoli trionfa, la Juve di Sarri perde un’altra finale dopo la Supercoppa di dicembre.

Il Napoli si aggiudica la Coppa Italia Coca Cola, superando nella lotteria dei calci di rigori la Juventus in una cornice dello Stadio Olimpico desolatamente priva di pubblico. I giocatori hanno risentito della lunga inattività così come Sergio Sylvestre, cantante statutinense (italiano ormai di adozione), il quale è incappato in una gaffe mentre cantava l’Inno Nazionale; l’emozione ha giocato un brutto scherzo e sono inaccettabili gli attacchi social al ragazzo. Tranquillo Sergio, neanche lo spettacolo in campo è stato degno dell’evento.

NAPOLI JUVE – Juventus, Sarri e i demeriti dei bianconeri 

La Juve offre un’altra brutta prestazione dopo quella in semifinale contro il Milan. Sarri conferma gli stessi undici di venerdì, ma il risultato è lo stesso: i bianconeri sono carenti nelle figure principali dei propri fenomeni Ronaldo (tirato a lucido più che mai ma svagato in campo) e Dybala. Lo stesso vale per gli altri giocatori, irriconoscibili e senza idee. L’aspetto che deve preoccupare maggiormente i tifosi juventini è che del tanto decantato “sarrismo” non se ne sia ancora vista traccia. Probabilmente è ancora troppo presto per criticare la stagione del tecnico toscano; in quanto la Juventus è ancora in lotta per vincere il nono scudetto consecutivo ed ha grandi possibilità di andare avanti in Champions League; certo che il secondo trofeo stagionale sfumato non può che rappresentare un campanello d’allarme.

NAPOLI JUVE – Napoli, la vittoria del gruppo e del suo condottiero Gattuso 

I partenopei invece dimostrano una forza del gruppo straordinaria; la vittoria non è un caso. La squadra di Gennaro Gattuso è abile nel difendersi con ordine e ripartire con pericolosità. Il palo di Insigne e le grandi parate di Buffon impediscono agli azzurri di trovare il successo nei novanta minuti. La vittoria ai rigori è più che altro la giusta ricompensa ad un gruppo di giocatori guariti col nuovo allenatore, ma ancora di più è giusta per l’Uomo Gattuso, che questo trionfo l’ha inseguito come solo chi non si arrende alle difficoltà e ai drammi personali sa fare. Il Napoli vince la sesta Coppa Italia della sua storia, questa con un sapore decisamente diverso.

LEGGI ANCHE:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Pioli

Milan-Liverpool, Pioli: “Noi forti, loro fortissimi. Gli infortuni…”

0
Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara di Champions League contro il Liverpool, ultima partita del girone. Le sue dichiarazioni...