Intervenuto ai microfoni di “Radio Kiss Kiss Napoli“, Amadou Diawara – mediano classe 1997 – ha parlato della stagione in corso, la sua terza con la maglia del Napoli.

Così l’ex Bologna: “Il pallone era il mio sogno da piccolo, sono riuscito a diventare un calciatore e ne sono felicissimo. In allenamento cerco di migliorare ogni giorno. Per me il calcio è un divertimento, non solo un lavoro. Ancelotti mi sta dando fiducia, stiamo dando tutti un ottimo contributo. Quest’anno vogliamo vincere qualcosa. Per me è un onore lavorare con Ancelotti. Il mister ha vinto tanto, è una persona perbene e di valore. Abbiamo un grande gruppo, andiamo tutti d’accordo. Ci sono tutti campioni, giocare a Napoli non è facile. Ancelotti ha un’ampia possibilità di scelta: se stiamo a Napoli è perché siamo forti. Decide lui chi gioca“.

Di seguito: “Il campionato non è ancora finito. Vogliamo vincere tanto per accorciare il distacco dai bianconeri. Il Milan? Sfideremo due volte i rossoneri. Non saranno partite semplici perché l’avversario è di grandissimo livello, ma noi vogliamo vincerle entrambe. I buu a Koulibaly a Milano? Il calcio deve fare felice la gente, non creare discriminazioni“.

Poi: “Fabian Ruiz? Penso abbia più di 30 anni. Lo vedi giocare e ti impressioni. Sembra un veterano, a volte lo prendo in giro dicendogli che mente sull’età“.

Infine sul gol al Chievo segnato lo scorso aprile: “Una giornata difficile da dimenticare, sono rimasto senza parole. Non era un periodo facile, giocavo poco. Tornato a casa trovai tante lettere di ringraziamento. Ero molto felice ed orgoglioso“.

Articolo precedenteLazio, Lukaku verso il Newcastle
Articolo successivoLazio, Immobile: “Servirà grande continuità per arrivare in Champions”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui