spot_img
HomeSerieANapoliNapoli, De Laurentiis: "Per Koulibaly ci hanno offerto 95 milioni. Finale di...

Napoli, De Laurentiis: “Per Koulibaly ci hanno offerto 95 milioni. Finale di Europa League con Sarri? Meglio in semifinale…”

-

[df-subtitle]De Laurentiis: “Impazzisco quando sento dire che non abbiamo top player. Ho provato a prendere Icardi”[/df-subtitle]

Aurelio De Laurentiis è intervenuto a un evento organizzato dal Corriere del Mezzogiorno e ha rilasciato alcune dichiarazioni. Ecco quello che ha detto il numero 1 azzurro.

Il presidente si è detto infastidito per tutte le volte che si dice o si scrive che il Napoli non ha top player: “Noi napoletani ci lamentiamo sempre, quando sento bestemmie del tipo ‘Non ci sono top player nel Napoli’ io impazzisco. I top player li abbiamo formati in casa e ce li teniamo. Quando ti arrivano ad offrire 95 milioni di sterline per Koulibaly significa che è un top player. Lo voleva Mourinho, ma adesso è escluso che vada via. Gli metteremo a fianco altri come lui per farli crescere”.

Un altro tema importante toccato da De Laurentiis è stato, ovviamente, Maurizio Sarri: “Pensavo forse una persona mite, invece era troppo insoddisfatto dei suoi trascorsi. Per un comunista basare tutto sul dio denaro portava a una sindrome di insopportabilità. Finale contro il Chelsea in Europa League? No, magari la semifinale… Sono sempre stato contrario all’Europa League, ma a furia di parlarne male abbiamo convinto l’UEFA a fare qualcosa. Arrivare alla fine può diventare interessante. Siamo usciti dalla Champions, ora giochiamoci quest’altra competizione. In Europa League ci sono Arsenal e Chelsea”.

Il presidente azzurro sottolinea poi le differenze tra Sarri e Ancelotti: “Con Carlo ti puoi sedere e parlare di calcio, è un uomo sereno e con mille interessi. A Sarri dicevo: ‘Ma chi compriamo?’, lui mi rispondeva che non ne voleva sapere nulla”.

De Laurentiis svela anche un retroscena di calciomercato su Icardi: “Una volta andai a Milano a parlare con sua moglie. Ho offerto fino a 65 milioni di euro per lui, ma non se ne fece nulla”.

Poi qualche bella parola sul polacco Milik che finalmente sta mostrando le sue qualità: “Ci ha fatto un bel regalo, ma su di lui ci abbiamo creduto sin dall’inizio. Purtroppo il suo cammino si è interrotto due volte per infortunio”.

Chiusura sulla cena di Natale, con Anastasio come ospite speciale: “Sarà molto familiare, ci sarà anche un mercante in fiera con le carte con le facce dei calciatori. Ci sarà anche Anastasio di X Factor, oltre a Sal Da Vinci. Ancelotti vuole cantare? Lo ha fatto anche quest’estate, è un karaoke vivente”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Manolas attacca il Napoli: “Messo da parte dopo la Juve. Il...

0
Intervistato da "Repubblica", l'ex difensore del Napoli Kostas Manolas ha parlato del suo addio agli azzurri. Il greco ha vissuto all'ombra del Vesuvio un'esperienza...