[df-subtitle]“Scambio Callejon-Suso? Non mi risulta”[/df-subtitle]Assoluto potagonista del ritiro del Napoli in quel di Dimaro, il patron Aurelio De Laurentiis è intervenuto sulle frequenze di Radio Kiss Kiss (radio ufficiale della SSC Napoli) durante la trasmissione Radio Gol, in cui ha parlato del ritiro, del nuovo tecnico e del mercato.

Queste le parole del presidente partenopeo:

Sul ritiro: “Sono molto soddisfatto della prima settimana trascorsa a Dimaro. Abbiamo trovato tutte le struttura in uno stato perfetto. Carlo Ancelotti domina il gruppo, ci canta insieme, mi sono goduto questa prima settimana. Ci tengo molto al ritiro estivo, le turnee americane o asiatiche non mi convincono motivo per cui abbiamo rifiutate diverse proposte. Abbiamo organizzato amichevoli di prestigio, quella con il Liverpool, darà visibile su Sky e Mediaset in PPV, ma anche su cellulari, tablet ed altro grazie all’accordo raggiunto con Tim Vision“.

Sulle amichevoli a pagamento: “Le prime sono gratuite sulle piattaforme sopracitate. Quelle con Liverpool,Dortmund e Wolfsburg saranno a pagamento visto che ci sposteremo. Dal 2 al 5 andremo a Dublino, poi a San Gallo dopodichè nella sede della Volkswagen. La mano di Ancelotti non si può vedere già da ora, queste sono amichevoli di riscaldamento, presto rientreanno anche i nostri grandi nazionali impegnati al Mondiale. Carlo Ancelotti ha sposato subito questi colori. In queste tre partite a Dimaro ci saranno circa mezzo milione di tifosi, sarà un grande Napoli”.

Sul Mondiale: “La Francia non mi è sembrata molto forte, mi è parsa annebbiata. E’ stata fortunata, anche sul volto dell’allenatore si vedeva molta sofferenza. La miglior squadra del Mondiale secondo me è stata il Belgio, ha asfaltato l’Inghilterra. Quei calciatori li prenderei tutti“.

Sulla “trattativa” Cristiano Ronaldo-Napoli: “Mendes è un amico. Siamo stati a casa sua per parlare di Rui Patricio, poi visto i problemi col suo club ci siamo tirati fuori. Poi abbiamo parlato anche di Cristiano Ronaldo e mi disse: ‘Prenderesti Ronaldo?’, rimasi stupito, ma gli dissi che lo avrei preso immediatamente. C’erano dei problemi economici che ostacolavano il tutto. Il nostro tetto ingaggi è salito tantissimo dagli anni di Mazzarri. Feci una proposta a Mendes; gli chiesi di lasciarmi i primi 250 milioni di fatturato io gli avrei lasciato gli altri 100 milioni. Con la risonanza che ha Ronaldo si fanno velocemente. Dopo i primi 350 milioni gli altri sarebbero tornati a Napoli. Mendes però è un uomo molto veloce, e ho capito che non avesse tempo sufficiente. Ronaldo a Napoli avrebbe sortito un effetto stordente, come lo sarà alla Juventus. Riflettendoci però, abbiamo già fatto 4 acquisti e arriverà un quinto. Allora che faccio sacrifico tutto per Ronaldo? Perchè poi si sarebbe dovuto giocare per Ronaldo. E i tifosi come avrebbero reagito? Avrebbero voluto Ronaldo sempre in campo, e a quel punto schierando sempre Ronaldo non ci sarebbe stato spazio per altri“.

Sul calciomercato: “Scambio Callejon-Suso? Non mi risulta. Il 22 e il 29 ci saranno due partire, per poi le amichevoli fondamentali contro Liverpool, Dortmund e Wolfsburg. Ci sarà tempo per capire dove piazzare i calciatori non funzionali al gioco di Ancelotti. Poi vedremo, se oltre al terzino, ci sarà qualche altro reparto da sistemare. Non ci tireremo indietro per un eventuale colpo futuro“.

 

Articolo precedenteAtalanta, Gomez: ”Juventus ancora più forte, tutti più osservati con l’arrivo di Ronaldo”
Articolo successivoCalciomercato Udinese: tra Favilli e Pinamonti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui