[df-subtitle]Chiariello: il Napoli visto nel secondo tempo è un Napoli straordinario, da squadra che può arrivare a vette impensabili[/df-subtitle]

Vari opinionisti e giornalisti sono intervenuti in diretta a “Un Calcio Alla Radio”, trasmissione in onda su Radio CRC Targato Italia, per parlare del match di Champions league disputato ieri allo stadio San Paolo tra il Napoli ed il PSG, oltre a proiettarsi alla prossima partita di campionato che la squadra azzurra giocherà a Marassi contro il Genoa.

Questi i loro pareri riportati da EuropaCalcio.it:

[df-subtitle]EDITORADIO: “Ieri il Napoli abbiamo visto un Napoli agrodolce, un agrodolce che però piace”[/df-subtitle]

Umberto Chiariello con il suo consueto Editoradio: “Sono arrabbiato. Ieri è stata una partita memorabile. Resta il fatto che i ricchi sfondati preso il due di picche per la seconda volta consecutiva. C’è, però, un particolare. L’Inter con il Barcellona è stata dominata.

Poi il solito Icardi che in area di rigore è qualcosa di devastante e mostruoso, un giocatore che fuori dall’area di rigore è mediocre. Mi ricorda tantissimo Gerd Muller, da questo punto di vista. L’1 1 dell’Inter vale meno rispetto a quello del Napoli.

Il Napoli visto nel secondo tempo è un Napoli straordinario, da squadra che può arrivare a vette impensabili. Non mi accontento del pareggio perché per la seconda volta abbiamo sfiorato l’impresa esaltante, forse maggiore anche di quella con il Liverpool. Quando affronti giocatori di questo valore e li batti è tanta roba. Quello di ieri è stato un Napoli agrodolce, di quell’agrodolce che, però, è buono e che piace”.

[df-subtitle]Monti: ”Il Napoli ieri ha fatto la partita che voleva fare. Dire che non è stata un’impresa lo fa dimensionare ai livelli delle grandi del calcio europeo”[/df-subtitle]

Gianluca Monti, giornalista de La Gazzetta dello Sport: “Secondo me non è mancato nulla. Far gol ad inizio ripresa, avrebbe consentito di avere la forza per assaltare il PSG. Il Napoli ha fatto la partita che voleva fare. Il Napoli nel primo tempo è stato poco alto, anche se ogni volta che strappava dava la sensazione di far male.

Forse se facevi gol prima potevi avere ancora fare gol. Fare 45 minuti di quel livello era difficile. Il Napoli non è ancora una favorita per la Champions League, ma di certo in questa Champions ci sta  benissimo.

Napoli imbattuto?  Io credo che nemmeno il più inguaribile dei romantici avrebbe immaginato una situazione del genere. Situazione, che il Napoli si è meritato, con la vittoria sul Liverpool e con le prestazioni con il PSG. È la prima volta che il Napoli resta imbattuto in Champions nella sua storia.

Gli azzurri hanno un grande allenatore, ma anche un grande gruppo, che gioca stabilmente le coppe europee, che hanno fatto negli ultimi dieci anni due ottavi di Champions. Quella del Napoli ieri è un’impresa? Sono parzialmente d’accordo. Questo tipo di valutazione deve portarci a dire che non è stata un’impresa, deve portare a dimensionare il Napoli a quei livelli. Se il Napoli non è più una sorpresa di questa Champions, evidentemente noi sottovalutiamo la forza dei nostri giocatori.

Allan di ieri sera vale più di Verratti. Koulibay ieri sera è stato più forte di Thiago Silva. La non impresa è il fatto più positivo della serata, perché possiamo dimensionare il Napoli a queste grandi squadre  ”.

[df-subtitle]Onofri: “Il Napoli è favorito, ma il fattore Marassi …”[/df-subtitle]

Claudio Onofri, allenatore: “Napoli sorpresa? Stiamo parlando di sorpresa ed esageriamo. Ancelotti allenatore e i giocatori non sono sorprese. Non era facile riprendersi quell’appeal dopo 3 anni di calcio spettacolare nemmeno per Ancelotti, e, invece, vanno fatti i complimenti a lui e a tutti i membri di squadra e società.

Genoa? Purtroppo alcune scelte giuste o sbagliate che siano hanno portato all’esonero di Ballardini e il rientro di Juric, amato come giocatore, ma a livello tecnico da allenatore i risultati non sono stati eccezionali. Lui diventerà un grande allenatore probabilmente. Questa squadra in mano a Juric ha avuto un calendario tremendo e comunque non sta facendo malissimo, se non per l’ultima gara a Milano dove non c’è stata partita.

Con l’Inter perdi 9 volte su dieci in questo momento, ma devi avere un altro atteggiamento. L’ambiente purtroppo per il Genoa non è assolutamente favorevole e poi ti arriva questa corazzata come il Napoli ( scherza ndr).

Quando giochi a Marassi può scattare qualsiasi cosa in positivo e negativo. Io ricordo una partita con l’Udinese, dove perdemmo, ma per il nostro atteggiamento, per la voglia di riaprire la gara, ci fu un’enorme ovazione. È un campo dove tutti possono trovare difficoltà. Certo se devo fare un pronostico e lo dico da genoano il Napoli è avanti”.

[df-subtitle]Maldera: “Ieri l’aspetto psicologico è stato determinante”[/df-subtitle]

Andrea Maldera, matchanalyst: “Credo che l’aspetto psicologico sia stato determinante ieri.   Credo che il gol del PSG abbia liberato la squadra, che inevitabilmente era condizionata dal fare il risultato. Il Napoli quando riconquista palla nella metà campo avversaria spesso riesce ad essere devastante.

Riuscire a gestire due partite di così alto livello, credo sia un grosso passo in avanti per il prosieguo della Champions League. Al di là dell’aspetto tattico, c’è anche una crescita nella testa. Queste prestazioni danno anche fiducia alla stessa squadra.

Contro questi grandi giocatori non è sempre così facile. Grandi complimenti al Napoli, non solo per la tattica, ma anche per il carattere messo in campo. Secondo me il grosso limite del PSG è questo: non basta avere undici giocatori per avere una squadra. Dal punto di vista dei principi di gioco, il Napoli è nettamente superiore. Il Psg ha giocatori di una così grande qualità che si vede da cosa fanno sotto porta.

Io sono convinto che il Napoli adesso possa mettere in difficoltà davvero qualunque squadra d’Europa. Per qualità e per il sapere cosa fare in campo ieri il Napoli era nettamente superiore sia in fase di possesso che in fase di non possesso. Il PSG era poco organizzato nel pressing e chiaramente le paghi queste cose e ora rischia il passaggio del turno.

Situazione di Juric?  Difficile. Io ho visto la partita di Milano e il Genoa ha fatto una grande partita.  Io spero che se dovesse essere esonerato Juric ci siano motivazioni valide. È difficile valutare il lavoro di Juric dopo due trasferte come quelle avute”.

[df-subtitle]Sebino Nela: “Questo Allan vale 80 milioni”[/df-subtitle]

Sebino Nela, ex calciatore del Napoli e del Genoa: “Migliore in campo?  Il mio migliore prima che comincia la partita è Allan. Poi la vedo e ne dico un secondo. Qui, però, ha giocato tutta la squadra bene. Tutti si sono mossi bene. Il primo tempo è stato più tattico e nel secondo tempo abbiamo visto cose diverse. Ancelotti è andato in gestione per tutta la gara con il suo Napoli contro una grande squadra. 

Allan quanto vale? In questo momento, in questa stagione, nel suo ruolo se ci serve uno che faccia il suo lavoro non lo so. Io lo prenderei a 80 milioni in questo momento. Il PSG recrimina? Un paio di cose gli sono andate storte. Con un altro arbitro potevano anche vincerla la partita, ma questo accade per ogni squadra in ogni partita. Alla fine si valuta la prestazione e il Napoli ha fatto un grande partita. Si può recriminare un rigore ieri per il PSG e non so la partita come sarebbe finita, ma io valuto le prestazioni.

Pronostico Genoa Napoli? Il Genoa potrebbe fare almeno un punto se cambiasse allenatore (scherza ndr). Siccome Juric mi sembra confermatissimo, mi sembra che il Napoli possa farcela. Secondo me rischia e avrebbero fatto bene a farlo fuori subito (scherza ndr)”.

[df-subtitle]Marelli: “Callejon in fuorigioco nell’azione del rigore? Quella di Thiago Silva è una giocata  chiara che rimette in gioco lo spagnolo”[/df-subtitle]

Luca Marelli, ex arbitro: “PSG arrabbiato per l’arbitraggio?  Diciamo che fino all’ 1-1 non c’è nulla da dire, ma sull’ 1-1 effettivamente c’era un calcio di rigore non assegnato. Il fallo di Maksimovic è abbastanza evidente ed ingenuo, che evidentemente si trovava in una posizione che non era la sua.

Verratti? Io continuo a non capirlo e non so perché sia considerato uno dei migliori nel suo ruolo. Ieri non mi sorprende che Kuipers l’abbia lasciato in campo. Recupero? Interessante. In campo europeo c’è una direttiva. Viene consigliato caldamente agli arbitri di continuare l’azione anche oltre la fine del recupero. È normale in Europa, in Italia non siamo abituati.

Callejon in fuorigioco sull’azione del rigore? Torniamo ad Inter Genoa, è una giocata chiara quella di Thiago Silva che rimette in gioco Callejon. Il presidente del PSG ha qualche pecca sulla conoscenza del regolamente. Kuipers insufficiente? Secondo me ha arbitrato benino, ma non benissimo. L’errore del rigore non dato è grave. Conoscendo il suo modo di arbitrare non mi sorprendo. Posso dire che ieri al San Paolo è sceso Van Roekel che è il migliore.

Non ricordo un suo errore negli ultimi anni. Kuipers non ha avuto coraggio ieri? Sono d’accordo su questo. Non mi  è piaciuto molto sulla gestione di Neymar. È stata una protesta oltre le righe e sotto il suo naso. Poteva essere espulso per lo meno per doppia ammonizione. Questi atteggiamenti sono soliti di Neymar e bisognerebbe arginarli.

Designazione Genoa NapolI? Non è facile. Credo che sarà un arbitro internazionale. Napoli Empoli è stata preceduta da polemiche, che non concepisco. Non mi aspetto una designazione particolare per questa partita. Le polemiche che l’hanno preceduta.

Abisso? Potrebbe essere lui. È un arbitro con enorme talento, che l’hanno scorso ha iniziato bene, poi è calato, ma il primo anno può anche starci. Quest’anno ha ricominciato bene come l’anno scorso. Il loro obiettivo è quello di trovare la continuità di rendimento. La Penna? È un grandissimo talento. Seguitelo ha un grandissimo talento”.

 

Articolo precedenteVenglos: “Record presenze di Hamsik? Lui vuole vincere lo Scudetto con il Napoli”
Articolo successivoVincent Pericard: ” Mi sono rovinato la carriera alla Juventus per colpa di un sms “

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui