Mourinho, secondo quanto riportato dalla Germania, avrebbe iniziato un corso di tedesco per allenare il Bayern Monaco e rilevare Tuchel

Foto di Stefano d’Offizi

“Tuchel raus”, o “Tuchel out”, come riportato sui social: lo striscione di contestazione presente nel centro sportivo del Bayern Monaco che la squadra ha trovato ad attenderla al ritorno dalla dolorosissima terna rimediata sul campo del Bayer Leverkusen di Xabi Alonso, in uno scontro che potrebbe rivelarsi decisivo ai fini dell’assegnazione della BundesLiga di questa stagione, idealizza il periodo buio vissuto dai bavaresi in questo momento. Eliminato la Coppa di Germania per via di una squadra di terza categoria, a -5 dalle “Aspirine” in campionato e con una finale di SuperCoppa già persa, contro il Lipsia, in baviera l’obiettivo da non fallire risulta anche quello più complicato da raggiungere: la Champions League.

Il doppio confronto contro la Lazio potrebbe rappresentare anche un “dentro o fuori” per lo stesso tecnico Tuchel, ormai sfiduciato dalla tifoseria ma non ancora dai piani alti del club, soprattutto dopo la credibilità conquistata dal Titolo tedesco raggiunto nel corso della passata stagione dopo un’assunzione avvenuta a marzo. La Bild, però, noto quotidiano teutonico, rilancia la candidatura di un enorme “fantasma” che aleggia sulla panchina dei bavaresi: Josè Mourinho. Esonerato dalla Roma lo scorso 16 gennaio, dopo la debacle di San Siro, contro il Milan, il tecnico starebbe già studiando il tedesco per presentarsi al meglio in vista del finale di stagione, per replicare quanto fatto da Tuchel nel corso di quella passata.

Mourinho, sirene dalla Germania: “Studia tedesco per il Bayern”

A caccia di un’avventura nell’ultimo grande campionato rimasto ancora da esplorare nella propria lunga e vincente carriera, Mou avrebbe intenzione di tornare Special in baviera procrastinando ulteriormente un’esperienza in Arabia Saudita. Decisiva per il possibile avvicendamento in sella alla panchina del Bayern Monaco potrebbe risultare proprio la sfida ad una squadra che ha contribuito all’esonero del portoghese nella capitale, complice una sconfitta maturata in un quarto di finale Coppa Italia: la Lazio di Maurizio Sarri.

Articolo precedenteMuriel-Orlando City, ufficialità a breve: la conferma di Percassi
Articolo successivoMilan, futuro Pioli in panchina: Scaroni ribadisce la fiducia, ma…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui