MKHITARYAN ROMA In Febbre da Cavallo il momento più importante della pellicola è quando Gabriella dà a Mandrake la tris vincente da giocare. King, Soldatino e D’Artagnan.

L’Armeno ha scelto di omaggiare Gigi Proietti a modo suo. Con la sua tripletta. La prima in maglia giallorossa.

TRIPLETTA DA URLO Un tris che conferma la forte ascesa dell’armeno che in Premier League aveva alternato partite disastrose a buone prestazioni non scaldando mai il cuore dei propri tifosi. A Roma, complice anche la soluzione tattica studiata appositamente da Fonseca, Mkhitaryan ha riscoperto una nuova vita calcistica.

Certo il Genoa non sarà il Real Madrid. Masiello e Bani non saranno Bonucci e Chiellini. Ma 3 gol, una traversa, assist e giocate non sono cosa per tutti. Il fantasista però è triste. Lo ha scritto anche nella didascalia affiancata alla foto con il pallone portato a casa per la tripletta: “for my nation, for my Roma”. Per la mia Armenia, per la mia Roma.

LO SCONTRO IN ARMENIA Il suo unico pensiero ora è l’Armenia e la regione del Nagorno Karabakh (Artsakh per gli armeni) dove dal 27 settembre infuria una guerra a seguito dell’attacco armato dell’Azerbaigian spalleggiato dalla Turchia. Lui che aveva già scritto una lettera a Trump, Putin e Macron per chiedere supporto e fermare le aggressioni perpetrate dagli azeri.

“L’Armenia dove sono nato e l’Artsakh (il nome armeno per il Nagorno-Karabakh, ndr) continuano a difendere il proprio diritto di essere una nazione indipendente, esistere sui territori storicamente occupati e preservare il proprio patrimonio di valori cristiani conosciuto in tutto il mondo”.

ADDIO PREMIER Uno scontro storico che il fantasista giallorosso aveva già messo in campo ai tempi dell’Arsenal: diverse le stoccate con il compagno Mesut Ozil, tedesco di origine turca, che vedeva con favore il recupero con la forza dell’enclave posta nel cuore dell’Azerbaigian governata da separatisti armeni ma abitata anche da una forte minoranza azera. Uno scontro che si era fatto aspro e che aveva costretto Mkhitaryan a chiedere la cessione.

MKHITARYAN SI È PRESO LA ROMA Con la tristezza nel cuore per le vicende nazionali, Mkhitaryan si è preso definitivamente la Roma. Dopo una stagione passata segnata da qualche infortunio (chiusa comunque con 9 gol e 6 assist), Mkhitaryan è pronto a diventare definitivamente il riferimento tecnico della Roma.

Articolo precedenteConvocati Italia, ecco la lista del ct Mancini per gli impegni di novembre
Articolo successivoAnsu Fati operato, tornerà in campo fra 4 mesi. Il comunicato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui