Milan Theo Hernandez – Quando Maldini lo prelevò in estate dal Real Madrid per circa 20 milioni, nessuno credeva nelle sue reali capacità. La sua fama di bad boy avrebbe potuto condizionare la dirigenza rossonera che, invece, ha voluto dare una chance a Theo Hernandez. Ed è stata ripagata al meglio. Il laterale classe ’97 è risultato più decisivo in attacco che in difesa. Al momento, sono 3 le reti realizzate in campionato al pari di Piatek.

Ecco quanto analizzato da La Gazzetta dello Sport.

Milan Theo Hernandez – “A Milanello, Theo è considerato un professionista esemplare. Mai un ritardo, una sciocchezza, una discussione. Giampaolo lo riteneva immaturo sul piano tattico e non aveva tutti i torti. “A Theo piace andare”, diceva l’ex tecnico rossonero, riferendosi alla tendenza a spingersi in avanti del terzino francese. Una tendenza che ricorda il modo di giocare di Serginho, che non voleva saperne delle lezioni tattiche di Zaccheroni.

In questi primi mesi italiani Hernandez è già migliorato: in fase difensiva deve imparare parecchie cose, intanto Pioli, che gli ha dato subito fiducia, si gode il suo senso del gol”.

LEGGI ANCHE:

  1. Italia Mancini Euro2020: “Il gruppo è delineato, ma se uscisse un fenomeno…”
  2. Leicester da urlo: gli uomini di Rodgers tallonano il Liverpool di Klopp
  3. Cassano Ronaldo: “Ha problemi con Sarri, la Juve nasconde tutto”
Articolo precedenteLe diverse norme sul gioco d’azzardo in Europa
Articolo successivoUltime Brescia Calcio Corini torna in panchina. Esonerato Grosso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui