Milan, Tonali: “Ho avuto tanti idoli, e con Ibra un’emozione già dal primo allenamento”

Sandro Tonali è sicuramente uno dei protagonisti di questo avvio di stagione del Milan. Dalla scorsa stagione a questa il centrocampista ex Brescia è cresciuto in maniera esponenziale, ed ora è uno dei titolari nella rosa di Pioli.

Il numero 8 rossonero ha parlato a StarCasinò Sport, il sito d’intrattenimento sportivo official partner del Milan. Queste le sue dichiarazioni, riportate da Calciomercato.com, sull’affetto del pubblico di San Siro:

“Standing ovation col Torino? Ho provato delle bellissime emozioni, dopo le difficoltà dello scorso anno è stata una sensazione fortissima e mai provata prima, porterò questo ricordo con me per sempre”.

MILAN, INTERVISTA A TONALI

Sul gruppo squadra:

“Durante il lockdown l’anno scorso era difficile creare rapporti al di fuori di Milanello, quest’anno è più facile, siamo un grande gruppo, giovane, che si sta consolidando sempre di più”.

Sui primi gol in maglia rossonera:

“Il gol contro il Cagliari è stata una punizione che avevamo provato in allenamento il giorno prima ed è riuscita alla perfezione, farlo a San Siro poi è stata la ciliegina sulla torta. Il gol con l’Atalanta è stato importante perché andare a Bergamo e vincere giocando così bene non era semplice, abbiamo capito di essere una grande squadra”.

Poi, sul suo rapporto con il Milan e gli idoli:

“Il Milan per me è casa, il mio punto di riferimento e adesso che ci gioco è un’emozione grandissima. Il Milan è e sarà sempre la mia squadra del cuore. Ho avuto tanti idoli, Gattuso, Pirlo e Kakà, ad esempio, ma è il Milan il mio vero idolo, ha sempre avuto squadre piene di campioni, a cominciare da Paolo Maldini che adesso vedo ogni giorno al campo”.

Su Ibrahimovic e Pioli:

“Con Ibra è stata un’emozione anche solo fare il primo allenamento, un giocatore che vedevo da piccolo. Giocarci oggi insieme, per merito suo, è una gioia incredibile. Pioli è una persona fantastica, il nostro condottiero”.

Milan, Tonali

Sulla prossima sfida col Porto:

“Sto cercando di migliorare nella continuità delle prestazioni, il primo desiderio che ho è di vincere. Il Milan non può essere a zero punti in classifica, dobbiamo vincere con il Porto anche perché giochiamo in casa”.

Infine, parla di un suo passatempo:

“Passione per i puzzle in 3D? È nata durante la quarantena, è un passatempo e ne faccio di tutti i tipi, ho fatto persino un puzzle sul mio cane. Quest’anno mi piacerebbe poterne fare uno raffigurante lo scudetto del Milan“.

LEGGI ANCHE:

Roma, Tiago Pinto: “Criteri arbitrali opposti in situazioni uguali. Danneggiati”

Juventus, Allegri: “In 5 giorni buttato via quanto costruito in un mese”

Real Madrid, Vinicius: “Non mi interessano i soldi, voglio stare qui”

Articolo precedenteRoma, Tiago Pinto: “Criteri arbitrali opposti in situazioni uguali. Danneggiati”
Articolo successivoStop per Aguero: 3 mesi lontano dai campi per l’aritmia cardiaca

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui