Milan senti Dalot – Diogo Dalot, terzino classe 1999 del Milan, ha rilasciato un’ intervista ai microfoni di “Association Press”. Nel corso della conversazione, il portoghese, si è soffermato su questa prima parte di stagione dei rossoneri, sul suo futuro e su un giocatore in particolare: il leader dello spogliatoio Zlatan Ibrahimovic. A riportarlo è “Alfredo Pedullà“.

Queste le sue dichiarazioni:

Milan senti Dalot – Sono una persona sicura di sé. Conosco le mie qualità, so cosa sono in grado di fare, ma se poi non riesci a giocare, questo non basta. Ora sono tornato di nuovo a sentire l’erba, ritrovare la sensazione di giocare le partite, vincere e giocare 90 minuti e questo è stato fantastico”. 

Sullo scudetto: “Sarebbe più speciale vincere il titolo, non per aver battuto la Juve o l’Inter, ma per aver rimesso il Milan al top, vincendo il titolo dopo tanti anni. Apprezziamo questo tipo di pressione. Ci piace avere squadre sotto che ci spingono e ci danno attenzioni pensando: ‘Ok, se perdete, noi siamo lì’. Ci fa piacere avere questo tipo di sfide. Sarebbe un traguardo straordinario”.

Su un elogio speciale, arrivato da Josè Mourinho: “Quando ha detto che ero il terzino giovane migliore d’Europa? È stata una frase che ho tenuto con me fino ad oggi.  Che l’abbia detta lui è ancora più speciale perché sappiamo tutti che è un allenatore fantastico, uno dei migliori di sempre; e quella frase mi ha dato un po’ più di responsabilità”.

Riguardo Ibrahimovic: “È molto esigente con noi. È uno dei primi ad arrivare al campo di allenamento. E queste cose ci aiutano a capire che dobbiamo essere professionali come lui, perché se vuoi vincere tanto quanto lui, devi farlo per molto tempo. Questo è un buon modo per vedere se vuoi avere successo nel calcio, come vuoi essere tra 10 o tra 15 anni. È stata una sorpresa piacevole lavorare con lui. Ti può dare fiducia quando pensa che tu ne abbia bisogno. Ci dice ‘Non stai facendo abbastanza per essere a questo livello’ e se viene da lui, bisogna ascoltarlo”. 

 

Articolo precedenteCalciomercato Inter Eriksen, c’è anche l’interesse del Leicester
Articolo successivoMercato Parma Rugani nome difficile per la difesa, occhio alla Lazio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui