MILAN SCARONI – Interenuto al format web WarRoom, il presidente del Milan Paolo Scaroni ha parlato della situazione in casa rossonera.

Queste le sue parole: “Al Milan abbiamo qualche giocatore contagiato in via di guarigione ma Maldini, sia il padre che il figlio, ora stanno bene. Milanello è aperto e noi abbiamo già ripreso ad allenarci, mantenendo le distanze. Ci stiamo incamminando verso la ripartenza. Dobbiamo abituarci a convivere con il virus e questo vale anche per il calcio. Non è possibile stare fermi fino al contagio zero. In fondo possiamo adottare la formula tedesca che prevede che chi è malato vada in quarantena mentre gli altri continuano. Ibrahimovic? Credo voglia tornare a giocare“.

MILAN SCARONI – Lo stesso massimo dirigente ha poi parlato al portale “Olympialex“: “Ivan Gazidis, un professionista del mondo del calcio, è stato il benvenuto. Si occupa di tre aree: la prima è costruire una squadra giovane, con giocatori giovani e che giochino un calcio veloce, più veloce rispetto a quello che si vede abitualmente in Italia, più simile al modello inglese o a quello dell’Ajax. La seconda area riguarda il nuovo stadio: San Siro ha un grande nome, ma è totalmente obsoleto per il calcio. La terza area sono gli  sponsor: il Milan ne ha bisogno, senza risultati non arrivano gli sponsor e senza sponsor non arrivano i risultati“.

Articolo precedenteFuturo Milan Rangnick: “Contatti con il mio agente. Tutto può succedere”
Articolo successivoJuventus de Ligt: “Fino a 15 anni giocavo da trequartista”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui