Milan Pioli a Sportweek – Stefano Pioli è sicuramente la più grande rivelazione di questo inizio di stagione. Allenatore misurato ed umile con una grande cultura del lavoro, non è mai stato alla ricerca di notorietà ma soltanto di mezzi per svolgere al meglio il suo lavoro. Il Milan confermandolo dopo la scorsa stagione, ha dimostrato di credere molto in lui e Pioli attraverso i risultati sta ripagando la fiducia dei rossoneri. Intervistato da “Sportweek” il tecnico ha ripercorso le tappe fondamentali della sua carriera costellata di pochi trofei in bacheca, ma anche di tantissime soddisfazioni.

Queste le sue dichiarazioni:

Milan Pioli a Sportweek – “Felice di essere un ‘Normal One’. Per vincere serve la squadra adatta” afferma il tecnico del Milan che ha poi così continuato: “Se per normale si intende uno che ha voglia di crescere e migliorare allora mi fa piacere. Sono fortunato perché faccio quello che ho sempre sognato di fare: stare su un campo da calcio. E merito tutto quello che ho perché ci metto tanta passione. Ma carattere non vuol dire che mi vada bene tutto e che ho poca personalità. Nel calcio si confondono l’educazione e il rispetto con la mancanza di carisma. Io mi arrabbio spesso, anche se adesso al Milan un po’ meno.

Nel calcio non esiste equilibrio: o sei troppo scarso o sei troppo bravo. Ma so che non è così. Ho la bacheca vuota ma credo nelle mie capacità per questo non mi interessa quello che si dice all’esterno. Per vincere ci vuole la squadra adatta e io fino a oggi non penso di averla mai avuta.

Ci sono andato vicino con la Lazio ma mi sono trovato davanti la Juve. Sono stato un vincente quando ho preso la Salernitana che doveva fare la C e invece ci siamo salvati bene in B, al Bologna preso con 1 punto in 5 giornate e con me ne ha fatti altri 50; alla Fiorentina portata all’ottavo posto, alla Lazio finita terza dopo non so quanti anni. Nel calcio ti appiccicano un’etichetta che quasi mai rispecchia un giudizio completo ma ricordo con piacere questa frase: ‘Pioli è un allenatore signore o un signor allenatore?”.

Articolo precedenteLa Samp ci riprova per Llorente: il giocatore vuole 18 mesi di contratto
Articolo successivoArthur elogia la Juventus: “è cambiata la mentalità, CR7 impressionante”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui