MILAN PIATEK – Torna al gol Krzysztof Piatek e lo fa con la maglia della sua nazionale. La Polonia vince in Israele anche grazie ad una rete dell’attaccante del Milan che prova così a lasciarsi alle spalle il complicato avvio di stagione con la maglia del Diavolo.

Intervistato dall’emittente polacca TVP, l’ex Genoa ha parlato in maniera molto convinta, lanciando nuove sfide e promettendo di tornare sui livelli della passata stagione, se non oltre. Ecco le sue parole.

Sul costo del suo cartellino: “Il calcio significa stabilire nuovi obiettivi. Ora sono costato 38 milioni di euro e voglio far tutto il possibile per far sì che la prossima volta che cambierò club il costo arrivi a 60-70 milioni. Bisogna essere ambiziosi e io mi impegnerò perché questo accada. Sono solo all’inizio della mia carriera, questa è la mia seconda stagione in Serie A”.

MILAN PIATEK – Sulla popolarità: “Guarda il mio profilo Instagram. Quando ho lasciato la Polonia avevo cinquemila followers. Ora ne ho un milione e mezzo. La popolarità è diventata enorme, ma la cosa più importante è il calcio. Io resto coi piedi per terra. Accontento i tifosi che vogliono fare una foto con me”.

Sul momento al Milan e sulla stampa italiana: “Mi guardo allo specchio e cerco la colpa in me stesso. Tuttavia, c’è stata troppa turbolenza nel club e ciò non poteva non influenzare i giocatori. All’inizio, come squadra, non abbiamo creato opportunità e un attaccante vive di assist. La situazione sta migliorando ed è una questione di tempo prima che io ‘spari’ di nuovo. I giornalisti italiani sono tali che un giorno sei il re del calcio e il giorno dopo il peggiore. Lo accetto. Nessuno si è messo nei miei panni. Le copertine dei giornali non mi toccano”.

Articolo precedenteLobotka, il Napoli lo vuole a gennaio! Prezzo alto, ma ci sarebbe una soluzione
Articolo successivoDe Rossi-Boca Juniors, la storia continua: accordo prolungato fino al 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui