[df-subtitle]“Gattuso è uno dei migliori tecnici in circolazione”[/df-subtitle]L’ex direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di 7Gold.

Queste le sue parole:

Su Yonghong Li: “E’ strano che il Milan venga acquistato in cosi poco tempo e poi lasciato. Ci ha lasciato tutti sorpresi. Comunque vivere un solo giorno al Milan è stata una esperienza fantastica, un onore, una cosa riservata a pochi“.

Su Andre Silva: “E’ un attaccante di grande qualità. Sapevamo che avesse bisogno di un periodo di ambientamento, di fiducia. Un solo anno è stato poco, non solo per lui. Mi auguro possa tornare al Milan, è un giocatore di cui sentiremo parlare“.

Sui rimpianti di mercato: “Qualche rimpianto c’è. Tutti sanno cosa penso di Aubameyang. Avevavamo la necessità di cambiare tutto, si parla di oltre 200 milioni spesi ma bisogna tener conto anche delle cessioni. Volevamo creare uno zoccolo duro della squadra, purtroppo ci è manacato qualcosa in avanti. Una squadra non si costruisce mai in un solo mercato, ma in più di una sessione“.

Su Gattuso: “Inizialmente è stato giusto dare fiducia a Montella che ci aveva portati in Europa League. Gattuso era visto solo come grintoso, ma è un allenatore innovativo, che ha grande conoscenza. Per me è uno dei migliori in circolazione ed è molto sottovalutato. E’ riuscito ad ottimizzare al massimo ciò che aveva a disposizione”.

Sull’arrivo di Reina: “Abbiamo colto al volo l’opportunità di prendere a zero Reina. Con Donnarumma c’era sia la possibilità di cederlo che di trattenerlo. Reina oltre che come portiere ha qualità straordinarie come uomo spogliatoio. Ci serviva una figura del genere, che portasse esperienza“.

Su Bonucci: ” Leonardo oltre ad essere stato un ottimo professionista è stato una grande persona. Sicuramente non mi aspettavo restasse un solo anno, anche perchè abbiamo fatto di tutto per far si che chiudesse la carriera in rossonero“.

Sui problemi con la Uefa: “Erano problemi relativi al trienno prima del nostro, ma sono cose normali e adesso il Milan ha una società solida e non avrà problemi“.

Sul rinnovo di Donnarumma: “Tutti ci davano per sconfitti. Gestirlo con un agente complicato non era facile. Era giusto dargli uno stipendio importante, inoltre non abbiamo pagato commissioni all’agente“.

Sulla cosa che non riferebbe: “Non riunirei i fratelli Donnarumma. Vedendo come è andata mi sono pentito“.

Su Ibrahimovic: “Non lo prenderei“.

Su Donadoni e Conte: “Non ho mai pensato a loro. Quando ho dovuto scegliere il sostituto di Montella ho pensato subito a Gattuso“.

Sull’idea Cristiano Ronaldo: “Non posso rispondere“.

Sul suo presente: “Mi tengo informato guardando le partite“.

 

 

 

 

 

Articolo precedenteCaso CR7. Il legale è sempre più fiducioso sull’esito positivo della controversia
Articolo successivoESCLUSIVA EC – Latte Lath: “La Pistoiese era la mia prima scelta, Indiani mi dà fiducia. Sull’Atalanta e Zeman…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui