MILAN MALDINI ANCELOTTI – Al termine di questa sosta per le nazionali, si tornerà in campo e tra le sfide più attese ci sarà Milan-Napoli. L’appuntamento a San Siro è per sabato 23 novembre alle ore 18. Da una parte i rossoneri di Pioli in perenne difficoltà. Dall’altra gli azzurri di Ancelotti in piena crisi. Chi perde affonda.

Se tutto sommato Pioli poteva fare qualcosina in più, è anche corretto sottolineare che lui è l’ultimo dei colpevoli di quanto sta accadendo a Milanello. Squadra sfiduciata, ormai allineata ad ambizioni da metà classifica, quasi rassegnata. Società in piena confusione. Pioli è arrivato per salvare la baracca. Non ce la sta facendo, è vero, ma questa baracca stava già affondando. E no, non credo sia colpa nemmeno di Giampaolo.

MILAN MALDINI ANCELOTTI – Diverso il discorso in casa Napoli. Lì i giocatori ci sono. A rompersi è stato qualcos’altro: forse i rapporti con l’ambiente e con la società. Ma la squadra sembra unita e stretta attorno al proprio tecnico che ora sì, rischia la panchina. De Laurentiis ha dato all’allenatore di Reggiolo fiducia a tempo.

In tutto questo c’è il sogno di Paolo Maldini. Secondo Tuttosport, l’ex capitano rossonero vorrebbe riportare Ancelotti sulla panchina del Milan, dopo i falliti tentativi di un paio d’anni fa. E’ ancora presto per parlarne ma, rispetto a qualche mese fa, la pista non è così impercorribile. Sarebbe una scelta di cuore da ambo le parti. Se così fosse, Ancelotti potrebbe battere il record di Nereo Rocco come allenatore con più presenze in rossonero: al momento sono 459 a 420.

Articolo precedenteRoma, Edin Dzeko: “Fonseca ci fa sentire tutti importanti”
Articolo successivoAsprilla: “I narcos volevano uccidere Chilavert, io li fermai”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui