Milan, Kalulu sullo Scudetto – In un’esclusiva intervista rilasciata ai microfoni de “La Gazzetta Dello SportPierre Kalulu, difensore del Milan, ha parlato della volontà del club di provare a fare il bis Scudetto e, conseguentemente, arrivare alla tanto sognata seconda stella. Il francese, poi, ha anche svelato interessanti retroscena riguardanti il suo approdo in Italia e il suo rapporto con Paolo Maldini.

Milan, Kalulu sullo Scudetto – Ecco le sue dichiarazioni:

“Pioli ce lo dice ogni giorno: quest’anno sarà ancora più difficile. Lo si capisce dal fatto che le partite con le rivali si decidono appunto sui dettagli. Sta a noi dimostrare che siamo i campioni in carica. Sono convinto che per il titolo si lotterà tutti fino alla fine. In ogni caso vogliamo finire di nuovo primi”.

Sulla Serie A“Assolutamente no. La Serie A è sottostimata. In Francia si crede ancora si giochi con il catenaccio. Invece è tutto il contrario: tutte le squadre costruiscono dal basso, applicano pressing a tutto campo, giocano duro fisicamente. C’è un alto livello tecnico e tattico e una concorrenza spietata, con sei, sette partite di grande livello da disputare contro le rivali”.

E ancora, su Maldini“Beh, fa un certo effetto se ti chiama Paolo Maldini. Adesso sono abituato, ma la prima volta mi fece davvero impressione. Anche se sono giovane, l’ho comunque visto giocare, certo a fine carriera, ma rimane un riferimento. La cosa divertente è che sul momento le parti erano un po’ invertite, visto che io cercavo di mantenere un certo distacco e lui di convincermi. Maldini mi ha convinto dicendomi che aveva piena fiducia in me, che avrei fatto parte della prima squadra, trovando spazio in funzione della mia crescita. Così è stato. È molto presente, senza mai sovrapporsi all’allenatore. Mi consiglia per esempio sul modo di difendere in certe fasi, o su come poter gestire un certo attaccante. Piccoli dettagli che però ti permettono di migliorare molto”.

Articolo precedenteInter, senti Acerbi: “restiamo uniti. Inzaghi grandissimo allenatore”
Articolo successivoJuve, parla Pjanic: “non ha senso cacciare Allegri. Sa come uscirne”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui