MILAN-INTER – Antonio Conte ha parlato al termine della vittoria per 3-0 sul Milan che porta i nerazzurri quattro punti sopra i rossoneri secondi. Questa la sua analisi ai microfoni Dazn:

Mi auguro sempre che la vittoria più bella debba ancora arrivare, sicuramente è stata una bellissima partita. Non dimentichiamo che è un derby, c’era campanilismo ed era di alta classifica, questo dava importanza ancora maggiore, pressione e responsabilità. I giocatori sono stati bravi, stiamo proseguendo nel percorso di crescita che abbiamo iniziato da un anno e mezzo. Bene, la dedichiamo ai nostri tifosi, l’accoglienza dei tifosi fuori dallo stadio è stata da brividi e l’abbiamo tramutata in pressione positiva“.

Conte concentrato già sulle prossime:A livello psicologico ora ci sono Genoa e Parma, dovremo dimostrare di aver fatto lo step necessario per rimanere in vetta fino alla fine”.

Note sui singoli, Eriksen e Perisic:C’era bisogno di chi veniva da campionati esteri; Persic non aveva questa abnegazione, quest’anno è totalmente a disposizione e anche oggi ha fatto una bella partita sotto tutti i punti di vista, ha potenzialità in credibili. I ragazzi sono tutti coinvolti, si è creato un gruppo omogeneo“.

 

[df-subtitle] OLTRE A “MILAN-INTER, CONTE..”, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:[/df-subtitle]

  1. Cagliari, Semplici sempre più vicino: panchina a Crotone?
  2. Chievo-Monza, focus Serie B: ecco il 24esimo turno
  3. Benevento, Inzaghi: “Roma con il miglior calcio, Fonseca mi piace. Il derby…”
  4. Cagliari-Torino, la maledizione continua: colpo granata nel finale
  5. Milan, Theo Hernandez: “Ambisco a diventare un top. Hakimi un amico”
  6. Milan, parla Donnarumma: “Rinnovo? Sono sereno. Possiamo lottare per lo scudetto”
  7. Manchester, Greenwood rinnova con lo United: le sue parole
  8. Rinnovo Ibrahimovic e non solo, parla Gazidis: “Se gioca così, perché non continuare?”
  9. Napoli con Gattuso: la sua squadra ha dimostrato di essere con l’allenatore
  10. Verona, Sturaro: “Trampolino di lancio per la mia seconda parte di carriera”
  11. Juventus, Bonucci: “Gattuso uomo vero, non credo alla crisi. Dobbiamo essere da esempio ma a volte…”
  12. Fiorentina, Commisso: “Il futuro è oggi, non c’è più tempo e bisogna vincere”
  13. Atletico Madrid-Suarez, nel segno dell’uruguaiano: i colchoneros volano
  14. Jovic si confessa: “Sto recuperando la forma. Rebic e Haller? Mi mancano”
  15. Atalanta, Gosens: “Rimonta subita brutto segnale, non siamo favoriti per la Coppa Italia ma sarebbe bello vincere qualcosa”
  16. Capello elogia Maldini: “Chi capisce di calcio porta i risultati”
  17. Buon compleanno Ronaldo: 36 anni come i trofei vinti in carriera
Articolo precedenteDerby: La sintesi. Tre schiaffi dell’Inter ad un Milan sempre più in crisi
Articolo successivoCrotone Ursino: “Che coraggio la Juve a prendere Pirlo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui