MILAN IBRAHIMOVIC MONZA – Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Zlatan Ibrahimovic ha parlato del suo futuro.

Così il veterano attaccante del Milan: “Se penso di smettere? Non credo. Se devo continuare a giocare? Penso di sì. Ma devo trovare equilibrio come nella vita: se non hai serenità, stabilità, sei una bomba e le bombe esplodono. Ci deve essere anche gioia in quello che fai, non posso non avere pace in quello che so fare da n.1, giocare a calcio. Però non siamo ancora là. Penso che ho ancora da dare“.

MILAN IBRAHIMOVIC MONZA – Prosegue: “Io so che sto bene al Milan, Milano è casa mia. Del mio contratto non so nulla, l’anno scorso ho detto a Paolo: fai te. E mi è arrivato un foglio da firmare. Non so cosa c’è dentro, forse c’è un altro anno. A me basta sapere di essere un giocatore del Milan e allora so cosa devo fare. Il resto non mi importa. M’importa solo di tornare in campo, altrimenti la gioia diminuisce. È come se uno va al lavoro e non ha un ufficio. Sono due anni che non ho ufficio. Ho ancora voglia, ma serve equilibrio“.

Infine: “Galliani? Mi chiama tutti i giorni da tre anni e mi dice sempre che Monza è bella, che c’è una bella natura, che sul tavolo c’è già il contratto. Ma non siamo là: io sono un giocatore del Milan e sono orgoglioso di esserlo. Sono qua per aiutare il Milan, non come adesso. Voglio essere in campo, lì posso aiutare molto di più“.

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteDall’Inghilterra: Napoli, idea Balogun se parte Osimhen
Articolo successivoUFFICIALE: Monza, Palladino rinnova il contratto fino al 2024

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui