Giorgio Furlani, amministratore delegato del Milan è stato ospite di Supertele, trasmissione di Dazn. Giovedì il ritorno dei quarti di Europa League con la Roma e poi il derby di lunedì:

Settimana chiave da tifoso e da dirigente, due partite importanti e le affrontiamo con ottimismo. Vediamo questo ultimo mesetto, stiamo facendo bene fino ad ora, dodici punti avanti l’anno scorso, un peccato essere usciti dal girone della Champions, particolarmente difficile. Partiamo ogni stagione per vincere. Il nostro lavoro è dare al mister la squadra più competitiva possibile. Abbiamo avuto la prima partita con il Newcastle sfortunata, con il Dortmund periodo di infortuni pesanti. Ci rifaremo l’anno prossimo“.

Rafforzare il Milan:La filosofia è di migliorare la squadra, quest’anno sarà un lavoro più leggero, più mirato perché le basi ci sono. Guardiamo vari criteri, lo scouting è importantissimo, i dati sono uno degli ingredienti“.

Il fatturato:Dipende dai nostri partner, dalle competizioni Uefa e dal lavoro fatto con la Serie A e il fronte stadio è importantissimo, renderla un’esperienza migliore. Pochi stadi sono come San Siro ma come manager e prodotto da offrire al tifoso, è un prodotto datato“.

Alcuni singoli e il mercato:Non abbiamo bisogno di fare cessioni, Rafa (Leao), Mike (Maignan) e Theo (Hernandez) hanno contratti lunghi e sono contenti al Milan. Giroud? E’ stato un grande campione per noi, sta ancora performando ad alti livelli e vediamo cosa vuole fare. Non bisogna fare colpi tanto per farli e mettere a rischio la continuità aziendale, vogliamo restare competitivi. Leao? Giocatore straordinario, quando vuole è infermabile, bravissimo ragazzo, sorridente“.

Ibrahimovic:Sta già facendo vedere di essere un campione fuori dal campo, fa domande, è intelligente. Ognuno ha competenze diverse, lui è influente sulla parte sportiva ma non solo“.

Roma-Milan:Abbiamo grandi campioni, possiamo fare meglio“.

Milan-Inter e Scudetto aritmetico ai nerazzurri in caso di una loro vittoria: “La giocheremo a mille, sappiamo quanto sia importante“.

Sul mister Pioli:Ogni partita che non vinciamo c’è una critica, siamo felici con lui, quest’anno ha fatto bene e siamo focalizzati sulla fine di stagione. Una persona squisita, si lavora benissimo e sono fortunato di averlo con noi. Non ha senso giudicare un allenatore da una partita, si guarda la stagione intera, siamo fiduciosi“.

OLTRE A “MILAN, FURLANI…“, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

    1. Premier League, 33esima: Liverpool e Arsenal sconfitte, guida il City
    2. Bundesliga, Bayer Leverkusen campione: rotta l’egemonia Bayern
    3. Liverpool-Atalanta 0-3, Gasperini: “Molto felici”. Scamacca: “Notte fantastica ma non basta”
    4. Liverpool-Atalanta, Gasperini: “Un modello, ci misureremo e proveremo a fare bella figura con i più forti”
    5. Liverpool-Atalanta, Klopp: “Gasperini ha idee che mi piacciono, sa come organizzare una squadra”
    6. Milan-Roma, Pioli: “Arriviamo bene, avversario di qualità che conosciamo”
    7. Psg-Barcellona, Luis Enrique: “Nostro miglior momento. Xavi? Nessun dubbio, rappresento io lo spirito catalano”
    8. Atletico Madrid-Borussia Dortmund, Simeone: “Giriamo su Griezmann, in casa grande energia. L’Italia…”
    9. Real Madrid-Manchester City, Ancelotti: “Tanta qualità di entrambe, sarà importante…”
    10. Premier League, 32esima: appassionante lotta al vertice, tre squadre in un punto. Risultati, classifica, prossimo turno
    11. Fiorentina-Atalanta, Gasperini: “Coppa Italia più fattibile ma non indispensabile per certificare il lavoro”
    12. Spareggi Euro 2024, ecco le ultime partecipanti: Georgia, Polonia e Ucraina
    13. Milan, Leao post EL: “Mi diverto facendo cose diverse, mi trovo bene in questo club speciale”
    14. Champions, Spagna-Italia 2-0: Inter e Napoli, cosa non è andato
    15. Valencia-Real Madrid, Vinicius protagonista ma quante polemiche arbitrali: “Vittoria negata al Mestalla”
    16. Pescara, Zeman costretto a lasciare: il suo messaggio
    17. Verona-Juventus 2-2, il miglior Hellas della stagione: così al Bentegodi
    18. Verona-Juventus, Allegri: “Trasferta sempre complicata, serve attenzione nei dettagli”
    19. Barcellona, Xavi: “Lavoro non apprezzato nel quotidiano”. Al successore: “Divertiti, impossibile”
    20. Panchina d’oro, Spalletti: “Evoluzione continua, spero possano vincerla anche tanti altri bravi”
    21. Liverpool, intervista Klopp: “Amo tutto qui e non allenerò altro club inglese, mi fermo almeno un anno. Vorrei…”
    22. Morte Gigi Riva: lutto per la Sardegna e per il calcio italiano
    23. Roma-Verona, De Rossi nella prima conferenza: “Mi sento allenatore, l’obiettivo…”
    24. Roma-Verona, Baroni: “Nuove opportunità e presupposti per far bene, crescere e lottare, nonostante tutto”
    25. Verona, Sogliano: “Uniti, ritrovare carattere e ciò che è scattato l’anno scorso”
    26. Cagliari, Luvumbo dev’essere una risorsa e non  una soluzione
    27. Nizza, Farioli si racconta ad Euro ShowV
Articolo precedenteNapoli, il primo regalo di Manna potrebbe essere Zaniolo: è un suo pupillo
Articolo successivoCentrocampo Milan: proposto Amrabat, ma la priorità resta un’altra

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui