Milan-Fiorentina: Francesco Camarda subentra al minuto 83’ e infrange il record quale calciatore più giovane nella storia della serie A

Il video dagli spalti durante il riscaldamento pre-partita, quasi a voler suggellare un momento e pensare a cosa succederebbe se, Mister Pioli, dovesse chiamarlo per subentrare in campo nel corso del match. Un momento, che si verifica puntualmente al minuto 83 di un MilanFiorentina che non entrerà certamente nella storia quale partita più spettacolare della storia della Serie A, ma lo farà comunque a modo proprio per l’esordio di Francesco Camarda nella massima serie.

Entrato in campo visibilmente emozionato per l’ovazione riservatagli dal pubblico di San Siro, in uno dei pochi sussulti di uno stadio abbastanza freddo nei sentimenti, al pari della temperatura registrata a San Siro, il recordman delle giovanili rossonere ha fatto il proprio debutto a 15 anni, 8 mesi, 20 giorni. Il nuovo numero 73 del Milan ha rilevato Jovic a pochi minuti dal termine iscrivendo il proprio nome quale calciatore della storia più giovane a debuttare in Serie A, sopravanzando nella speciale classifica Amey del Bologna.

Un momento particolare per il baby centravanti, che ha anche mostrato tutta la propria determinazione pressando in maniera forsennata il giro palla attuato dalla viola nel finale, nel tentativo di recuperare il risultato di 1-0, complice la rete di Theo Hernandez dagli undici metri. Un anonimo MilanFiorentina del 25 novembre 2023 ha trovato, comunque, il modo di fare il proprio ingresso nella storia della Serie A. L’emergenza continua dalle parti di Milanello, con il solo Luka Jovic disponibile nel reparto avanzato, potrebbe consentire a Francesco Camarda di incrementare il bottino dei minuti nella gara interna contro il Frosinone, in programma sabato 2 dicembre.

Oltre all’articolo: “Milan-Fiorentina, Camarda debutta e infrange il record: è storia”, leggi anche:

  1. Diavolo, che mal di gol: il Milan non abbandona Taremi
  2. Inter: Tiago Djalo, dall’operazione Leao al nerazzurro nel 2024
Articolo precedenteNapoli, Di Lorenzo: “Mazzarri si è presentato benissimo, speriamo di continuare”
Articolo successivoDecisioni e rischi: il ruolo del mindset nelle scommesse sportive

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui