[df-subtitle]Fassone sottolinea: “Un club come il Milan non merita tutto questo”[/df-subtitle]

L’amministratore delegato del Milan Marco Fassone ha rilasciato alcune dichiarazioni sul ricorso contro l’esclusione dall’Europa League. Queste le sue parole a Milan Tv:

“Mi auguro che davanti al Tas si possa leggere in modo diverso la storia del Milan e di quello che è successo negli ultimi 12 mesi, non so quali siano le percentuali, ma lotteremo fino al 90′ e oltre, per far sì che la sentenza venga modificata. Nessuno ha mai detto che il Milan non ha violato le regole – precisa Fassone – ma la sanzione deve essere proporzionata, e un’esclusione va oltre. Un club come il Milan non lo merita”.

[df-subtitle]VIOLAZIONE DEI BILANCI[/df-subtitle]

“La decisione della Uefa si riferisce alle violazioni del 2015, del 2016 e di metà del 2017. Sorprende la decisione, è difforme rispetto ad altreNon voglio irritare. La connessione fra la sentenza e la proprietà è spesso tirata per i capelli, anche se nella decisione della Uefa esistono dei riferimenti al futuro del Milan che, a giudizio di questi giudici, può apparire nebuloso. Noi cercheremo di renderlo chiaro, trasparente, cercando di far sì che venga giudicato il Milan e non gli azionisti del Milan, chiunque essi siano“.

[df-subtitle]MERCATO[/df-subtitle]

“Abbiamo già oggi in casa sufficiente denaro se potessimo investire sul mercato, sotto questo aspetto il presidente Li non ci ha mai fatto mancare niente. Quello con cui dobbiamo fare i conti sono le norme del Fair Play che l’anno scorso ci hanno consentito di fare una campagna importante e quest’anno ci riportano delle regole, più o meno il bilanciamento tra entrate e uscite deve essere molto simile. Questo è quello che ci dobbiamo aspettare”, ha chiosato Fassone.

Articolo precedenteAnellucci: “Cavani? Se dovesse tornare in Italia lo farebbe solo per il Napoli”
Articolo successivoMercato Inter: De Vrij, ecco l’ufficialità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui