[df-subtitle]Milan – Chievo, cronaca, tabellino e dichiarazioni[/df-subtitle]

Giornata soleggiata a Milano dove i rossoneri ospitano il Chievo Verona in difficoltà per assenze e punti in classifica. Milan già al tiro dopo tre minuti con Bonaventura, palla a lato di poco é un minuto dopo primo intervento di Sorrentino che nega il vantaggio a Kessie. Al 19′ miracolo del portiere gialloblù su Suso e successivo salvataggio di Depaoli sulla ribattuta a colpo sicuro di Kessie, preludio ad un gol che pare nell’aria. Al 25′ incredibile errore di Bonaventura che a due passi dalla linea si porta la tira alta ma al 27′ mette ancora una volta la firma di Gonzalo Higuain, implacabile in area su assist di Suso. Al 35′ é 2-0: imbucata ancora per Higuain, a tu per tu davanti a Sorrentino e doppietta per lui. Nel recupero, buona chanche per Birsa, conclusione fuori di poco.

La ripresa si apre con un tiro-cross di Abate respinto da Sorrentino ma il 3-0 non si fa attendere troppo: bastano dieci minuti e Bonaventura arrotonda il punteggio. I veronesi riescono ad ottenere un piccolo sorriso dalla trasferta in Lombardia: il gol di Sergio Pellissier al 63′.

Soddisfatti i 48000 spettatori che ora, dopo la sosta, possono iniziare a sognare un grande derby contro l’Inter: per i clivensi, arriverà al Bentegodi l’Atalanta.

 

[df-subtitle]Tabellino[/df-subtitle]

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Musacchio, Zapata, Rodríguez (86′ Laxalt), Kessie, Biglia, Bonaventura (75′ Cutrone); Suso (89′ Castillejo), Higuain, Çalhanoglu

A disposizione: Reina, A. Donnarumma, Calabria, Mauri, Borini, Bakayoko, Bertolacci, Simic, Halilovic

Allenatore: Gennaro Gattuso

 

CHIEVOVERONA (4-4-2): Sorrentino; De Paoli, Bani, Rossettini, Barba; Birsa, N. Rigoni (68′ Kyine) Radovanovic, Leris (77′ Jaroszynski); Pellissier (66′ Pucciarelli), Stepinski

A disposizione: Semper, Seculin, Tanasijevic, Cesar, Burruchaga, Grubac, Vignato, Hetemaj, Meggiorini

Allenatore: Lorenzo D’Anna

 

Ammoniti: Higuain, Barba

Arbitro: Gianpaolo Calvarese di Teramo

 

Parole dalla mixed zone

Pellissier: “Sempre nuovi stimoli per me ma al momento il gol non serve, dispiace non sia servito a portare a casa punti. Ci davano per spacciati, da fastidio perché lavori e non riesci. Commetti un errore è uno come Higuain ti punisce, se non giochi per portare a casa l’intero bottino rischi di uscire sempre con zero punti. Ho cercato di spronare, in questo momento forse abbiamo troppa paura di perdere. Ci tireremo fuori, ora lavoriamo con la testa, non mollo mai e cercherò di essere sempre pronto”.

D’Anna: “Grande squadra di fronte, abbiamo tenuto bene il campo, non posso dir niente ai ragazzi. Le partite da vincere sono altre. Paghiamo gli errori a caro prezzo. La scelta di Pellissier é in funzione di dare coraggio, un esempio da seguire che sa ancora dire la sua, parliamo di un ragazzo di quarant’anni che aveva bisogno di tempo per entrare in forma. Bisogna gestirlo”.

Gattuso:” Le prestazioni non sono mancate, mancavano tre punti. Da quando abbiamo cominciato, abbiamo sempre espresso un buon calcio, questa é una squadra viva che prima non riusciva a chiudere le partite“.

Articolo precedenteStadio EC, Genoa Parma: 1-3, non basta Piatek
Articolo successivoGenoa, Ballardini:”Tanti tiri e poca fortuna”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui