Il Milan per tornare al quarto posto e superare Atalanta, Lazio e Roma, il Cagliari per tornare alla vittoria dal momento che ne ha conquistata solo una nelle ultime 12 gare. Missione compiuta per i rossoneri, non per i sardi. 3-o per il Milan grazie all’autogol di Ceppitelli e alle reti di Paquetà e Piatek che ormai non si ferma più

La Partita

Gattuso con la miglior formazione possibile. Calabria ancora preferito a Conti che si accomoda in panchina. Musacchio affianca Romagnoli al centro della difesa. Paquetà mezz’ala e davanti il tridente comandato dal pistolero PiatekMaran cambia modulo e schiera i rossoblù con un inedito 4-4-1-1. Fiducia a Luca Pellegrini sulla fascia sinistra, con Padoin che avanza davanti a lui. Srna e Faragò completano la catena di destra. Davanti Joao Pedro dietro a Pavoletti.

Partita subito viva e accesa a San Siro. La prima fiammata la regala Calhanoglu al minuto 8: parte da sinistra, converge verso il centro e spara ma Cragno respinge in calcio d’angolo. Pochi giri d’orologio e i rossoneri trovano il gol. Ottimo giro palla concluso con l’apertura panoramica di Calhanoglu per Suso che aggancia, rientra sul mancino e calcia a giro: Cragno si tuffa e respinge ma la palla carambola su Ceppitelli che sigla così uno sfortunatissimo autogol. 1-0. Dieci minuti più tardi, al 22′, il Milan raddoppia: cross di Calabria e preciso diagonale di Paquetà che sigla il 2-0. Gol meritato per il brasiliano al primo centro in Serie A. Il Cagliari inizia a sbandare e rischia ma Piatek lo tiene in vita sprecando con il cucchiaio davanti a Cragno. Gol sbagliato e (quasi) gol subito: l’errore del polacco, infatti, dà nuova carica agli isolani che sfiorano l’1-2 con il colpo di testa di Joao Pedro sul quale Donnarumma si supera. Ritmi che si assestano e gara che non regala grandissime emozioni nella parte finale della prima frazione che si conclude, quindi, sul punteggio di 2-0 per il Milan.

La ripresa si apre come si era chiuso il primo tempo. Milan che gestisce e Cagliari che prova a riaprirla. Al minuto 50 i rossoneri scappano in contropiede con Kessie, scarico per Piatek che calcia al volo senza inquadrare la porta. Al minuto 60 i sardi hanno la grande occasione: Joao Pedro ci prova e Donnarumma gli dice di no con un super intervento, lo stesso brasiliano cerca il tap-in con un pallonetto ma stavolta è la traversa a negargli la gioia del gol. Passano 120 secondi e il Milan la chiude: Calhanoglu calcia, Cragno para e poi arriva Piatek che con freddezza la mette dentro. 3-0 e partita chiusa. Quarto gol in 4 partite per il polacco con la maglia del Milan. Padroni di casa che non si accontentano e cercano il quarto gol nell’ordine con Kessie, Calhanoglu e Cutrone (subentrato a Piatek) ma nessuno di loro fa centro. L’occasione clamorosa però capita sui piedi di Suso: ‘assist’ involontario di Ceppitelli e lo spagnolo sbaglia a tu per tu con Cragno. Poco male, il Milan vince 4-0 e torna al quarto posto solitario, il Cagliari deve rimandare l’appuntamento con i tre punti.

 

 

Il Tabellino

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria (66′ Conti), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Paquetà; Suso, Piatek (65′ Cutrone), Calhanoglu (77′ Borini). Allenatore: Gattuso.

Cagliari (4-4-1-1): Cragno; Srna, Ceppitelli, Pisacane, Lu.Pellegrini; Faragò, Ionita (76′ Despodov), Barella, Padoin (68′ Deiola); Joao Pedro (80′ Bradaric); Pavoletti. Allenatore: Maran.

Arbitro: La Penna

Gol: 13′ Ceppitelli a.g. (C), 22′ Paquetà (M), 62′ Piatek (M).

Ammoniti: Faragò (C).

Articolo precedenteFiorentina – Napoli a luci spente, le considerazioni
Articolo successivoBundesliga, show di Werder e Dusseldorf: Augsburg e Stoccarda travolte

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui