MILAN BENNACER – In un’intervista rilasciata a “RMC Sport“, Ismael Bennacer – mediano del Milan – ripercorre questi primi sei mesi in maglia rossonera. Il club di via Aldo Rossi lo aveva acquistato in estate dall’Empoli. Molto importante era stata la scorsa stagione in Toscana, durante la quale aveva messo in luce ottime qualità, sia con Andreazzoli che con Iachini.

In quel periodo si era disputata anche la Coppa d’Africa, e il calciatore – vincitore della competizione con la sua Algeria al termine della finale contro il Senegal di Koulibaly, era stato nominato miglior giocatore del torneo

L’inizio è stato in salita, in quanto caratterizzato da tanta panchina. Ma con l’arrivo in panchina di Stefano Pioli è divenuto un titolare inamovibile, e per la squadra è ormai divenuto una pedina fondamentale.

[df-subtitle]MILAN BENNACER[/df-subtitle]

MILAN BENNACER – Queste le sue parole: “Ho preso tanti cartelli gialli, ma do sempre tutto. Sono fatto così. Pioli me ne parla? No, lo ha detto in un’intervista ma sa che è nel mio temperamento. Prima correvo tanto e per nulla, adesso meglio. Faccio tanti chilometri a partita.

Ibrahimovic? E’ la prima volta in cui gioco con un campione, è incredibile. Mi chiede sempre di dargli la palla più velocemente possibile, sempre più veloce. Posso imparare da lui, parla un pochino di francese, a grandi linee. La sua personalità ci aiuta molto. Dopo la partita contro il Torino nonostante avessimo vinto non era contento, era veramente incazzato“.

Infine: “In estate mi voleva anche il Lione? Avevo incontrato Florian Maurice che mi avrebbe voluto. Poi sono arrivati Sylvinho e Juninho ma non ho più avuto notizie“.

Articolo precedenteQuique Setien Napoli: “Ha calciatori straordinari. Io e Gattuso simili”
Articolo successivoSpadafora: “Ecco dove si giocherà a porte chiuse”. Anche Juve-Inter…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui