MILAN BENNACER – Intervistato dal canale YouTube di Instant Foot, Ismaël Bennacer ha parlato e ripercorso questo suo lungo e importante percorso al Milan, iniziato ad agosto 2019.

Così il mediano algerino: “Ho firmato con il Milan prima delle vacanze, quando sono tornato. Maldini, Massara… Arrivare a Milano, in un club così, è tutto di alto livello. All’inizio, non ti rendi conto della grandezza di quel club. Mio fratello maggiore è un grande tifoso del Milan, ma non scelto questi colori per questo motivo. Ho sempre preso le mie decisioni: ascolto, ma poi scelgo io cosa fare. Il Milan è un club incredibile. L’organizzazione, le persone, è tutto troppo incredibile. Sento la storia di questo club, il peso della maglia anche. Ecco perché do tutto in campo perché quando amo qualcosa. Amo il Milan“.

MILAN BENNACER – Prosegue: “Le difficoltà nei derby? Non abbiamo effettivamente risentito di questa statistica. Ci siamo preparati bene per tutte le partite. Nell’ultima partita (5-1, ndr) ero infortunato e non c’ero, ma ho parlato con compagni di squadra e l’allenatore prima della partita. Onestamente, è difficile perché dai tutto in campo. È acqua passata ormai. Abbiamo giocato molto contro di loro: forse in un certo momento alcuni giocatori erano più stanchi, forse loro sono più forti in alcuni aspetti. Per esempio, segnano sempre presto. Sono cose su cui dobbiamo lavorare. Lotta scudetto? Milan e Inter lottano fino alla morte e ci incontriamo sempre, anche in Champions League come la scorsa stagione. È veramente la rivalità più complicata. 

Calhanoglu all’Inter? Non ne sapevo nulla: l’ho scoperto all’ultimo minuto quando Eriksen ha avuto il malore. Hakan voleva restare al Milan, ma poi non so cosa sia successo. Forse non hanno raggiunto un accordo. Siamo amici ma in campo non ci sono amici, a maggior ragione in un derby. Lo rispetto, ma quando ho letto di questo trasferimento, mi sono detto: “No”. Ero in vacanza, l’ho visto e ho pensato: “Non può averlo fatto”. Personalmente, non potrei mai farlo: rispetto troppo il Milan. L’Inter può offrirmi quello che vuole, ma non succederà. Amo questo club. Non significa che resterò qui per tutta la mia carriera – non so cosa succederà in futuro – ma sicuramente non andrò mai all’Inter“.

Articolo precedenteFrom UK: Toney, il Brentford mira al rinnovo
Articolo successivoPSG, Fabian Ruiz: “Non sono pentito di aver lasciato il Napoli”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui