Tramite un post su Twitter, Tiemoué Bakayoko dice la sua circa l’episodio di ieri sera, quando a metà del primo tempo si sarebbe rifiutato di entrare in campo nella sfida casalinga contro il Bologna. Il riscatto del suo cartellino dal Chelsea è al momento sempre più difficile.

Questo il messaggio del mediano francese: “Non accetto di essere considerato un giocatore che si rifiuta di entrare in campo quando il suo allenatore glielo chiede e che non rispetta il suo club e i suoi compagni di squadra. Mi è stato chiesto di prepararmi nel caso ci fosse un cambio, così mi sono preparato immediatamente e sono andato a scaldarmi per un massimo di 2-3 minuti, poi ho chiesto di tornare in panchina. Penso che sia tra il 23′ e il 26′, ed è quando mi siedo in panchina che l’allenatore mi parla in termini inaspettati e non faccio altro che ripetere le sue parole. Niente di più. Le cose sono chiare: non mi sono mai rifiutato di entrare in campo. Mi sembra che le immagini parlino da sole. Avevo solo un desiderio, entrare sul terreno di gioco e aiutare i miei compagni come ho sempre fatto e come farò da qui al termine della stagione. Forza Milan“.

Articolo precedenteConte alla GdS: “Roma? Per ora dico no, grazie. Cerco un progetto top”
Articolo successivoDall’Inghilterra: Manchester United, 100 milioni per Dybala

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui