Allenatore Milan – Terminato il campionato, sono diverse le squadre di Serie A che cercano un nuovo allenatore. Tra queste c’è anche il Milan, che qualche giorno fa ha detto addio a Gattuso. I nomi circolati sulle pagine dei quotidiani, vanno da Sarri, che però è molto vicino alla Juventus, sino ad arrivare a Gasperini, che ha deciso di restare all’Atalanta.
I nomi più forti, invece, sarebbero quelli di Simone Inzaghi e Marco Giampaolo. Se il primo sembra essere ai ferri corti con la Lazio, il secondo è reduce da una buona stagione con la Sampdoria. Sullo sfondo, invece, resta il nome di De Zerbi.

Vantaggio Giampaolo – E’ notizia di oggi, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, che Giampaolo avrebbe superato la concorrenza. Se Inzaghi è vincolato dal contratto con Lotito, che non vorrebbe farsi scappare uno dei migliori allenatori in circolazione; De Zerbi risulta avere poca esperienza per guidare una squadra da alta classifica. E dopo l’incontro avvenuto con Ferrero, Giampaolo ha annunciato al presidente doriano che ha intenzione di lasciare la panchina. Al suo posto potrebbe arrivare Iachini.

Il ruolo di Maldini – Un ruolo centrale nella scelta del nuovo allenatore del Milan è quello di Paolo Maldini. L’ex capitano rossonero, infatti, ha indicato Giampaolo come l’uomo ideale da cui ripartire il prossimo anno. Questa potrebbe essere la prima decisione da direttore tecnico presa da Maldini. Il Milan, infatti, ha proposto al dirigente un ruolo più operativo, e sebbene Maldini abbia preso un momento per riflettere, nei prossimi giorni firmerà il contratto.

Articolo precedenteAS, l’Atletico porta il Barcellona in tribunale per Griezmann
Articolo successivoMercato Napoli, James Rodriguez: Ancelotti lo vuole. Il Real chiede 70 milioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui