spot_img
HomeSerieANapoliMertens: "Emozionante tornare a Napoli"

Mertens: “Emozionante tornare a Napoli”

-

Mertens Napoli – Negli ultimi giorni ha fatto molta notizia tra i tifosi del Napoli il ritorno di Dries Mertens in città. L’attaccante belga è entrato di diritto nella storia azzurra: è attualmente il miglior marcatore della storia del club. L’ex numero 14 partenopeo ha rilasciato un’intervista a Tv Luna.

Esperienza a Napoli – “L’anno più bello? Tutti, dal primo all’ultimo. Ho visto delle belle cose sempre. Non vedo l’ora di venire a vivere a Napoli, anche senza il calcio. Così posso godermela ancora di più”.

Rimpianto scudetto – “Fare 91 punti e non vincere lo Scudetto non era mai successo in Serie A, è stata una brutta cosa”.

Napoli vincente l’anno scorso – “È stato bellissimo. Quando vai via devi rilanciarti in un nuovo progetto ma con un occhio guardi sempre a dove stavi. Vedere la tua famiglia, perché i miei compagni erano diventati la mia famiglia, vincere così è stato bellissimo. So quanto significa per Napoli, per i ragazzi, per Spalletti, per tutti significava tantissimo. Hanno fatto un anno incredibile e anche io ho festeggiato”.

Mertens: “Emozionante tornare a Napoli”

Rapporto con gli ex compagni – “Sono rimasto legato a tutti i miei ex compagni, parliamo ancora. Ho giocato contro Ghoulam, Koulibaly, Jorginho, Reina, sono sempre in contatto anche con chi è andato via. Sono tornato e ho visto 12 calciatori che giocavano con me, è sempre bello vederli”.

Il futuro – “Non so cosa farò dopo il ritiro. Se faccio una cosa voglio concentrarmi al 100%. In questo momento sono al Galatasaray e mi godo il momento. Non posso pensare ad altre cose altrimenti perdo la strada. Oggi non so dare una risposta sul futuro”.

Sul figlio – Mio figlio al Napoli? Sicuramente indosserà la maglia numero 14 del Napoli (ride, ndr). ​Non dovrò raccontargli nulla della città di Napoli, la dovrà vivere”.

Amore per Napoli – “Se un giocatore è felice a casa lo è anche in campo. Per questo in 9 anni sono stato in un posto bellissimo, in una casa bellissima, la spiaggia. La scelta è molto importante”.

Nessuna invidia per lo scudetto – “No, nessuna invidia. Dopo tanti anni in cui ho giocato a Napoli sono diventato tifoso. So cosa significa. Volevo vincere anche io, chiaramente. Però me lo sono goduto tutto questo scudetto”.

Addio al Napoli – “Sono andato via perché non ce la facevo più, sono diventato più lento e allora è normale”.

 

LEGGI ANCHE:

  1. Nuovo allenatore Napoli, la lista si estende: Montella possibile outsider
  2. Italiane al top in Europa: ufficiali le cinque squadre nella prossima Champions
  3. Atalanta-Liverpool, Gasperini: “Questa è una bella medaglia, i ragazzi ragionano con la mia testa”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Di Lorenzo

Di Lorenzo, sgarbo al Napoli? La Juventus osserva

0
Di Lorenzo Napoli Juventus - La notizia bomba degli ultimi giorni è il possibile addio del capitano Di Lorenzo al Napoli: il terzino italiano a...