Mercato Torino: Armand Laurienté, esterno attualmente di proprietà del Sassuolo, sarebbe un’idea concreta per la sessione estiva dei granata

Il Sassuolo è alle prese con la cessione di tutti i propri gioielli dopo una stagione disastrosa, culminata con la retrocessione in B. Ai vari Berardi, capitano e leader del club neroverde ormai al passo d’addio, con Juventus e Fiorentina più che interessate, Pinamonti, sul quale sembra aver richiesto informazioni anche Daniele De Rossi, allenatore della Roma, l’intero reparto avanzato in vendita si completerebbe con la cessione di Laurienté. L’esterno francese, nel corso della stagione appena conclusa, ha siglato cinque reti in campionato non fornendo lo stesso apporto dell’annata precedente, con alcuni errori sotto porta abbastanza grossolani. Nonostante ciò, le qualità del calciatore restano indiscutibili e la voglia di Serie A del classe 1998 potrebbe costituire un secondo indizio di un ipotetico passaggio al Torino.

Stando a quanto riportato dal portale calciomercato.com, il Direttore Sportivo dei granata, Davide Vagnati, potrebbe ripresentarsi alla porta del club emiliano per sottoporre un’offerta non molto inferiore ai 10 milioni di euro richiesti, che consentirebbero allo stesso Sassuolo di non registrare una minusvalenza sul bilancio. L’esterno francese, infatti, è stato acquistato per la stessa cifra nella sessione estiva 2022, ma è inevitabile che il valore di mercato del calciatore sia diminuito a causa della retrocessione dei neroverdi. Il contratto in scadenza nel 2027, tuttavia, pone ancora gli emiliani in una posizione di forza nel determinare il futuro del ventiseienne attaccante. Una ghiotta occasione di mercato per il Toro, quella identificata in Laurienté, che potrebbe regalare a Mister Vanoli il primo regalo della campagna acquisti estiva.

Oltre all’articolo: “Mercato Torino, Laurienté idea mai tramontata per Vagnati: le possibili cifre”, leggi anche:

  1. Ranieri: “Cagliari impresa insostituibile, restano i tifosi. La Nazionale…”
  2. Udinese, Pozzo autocritico: “Anno particolare, ho avuto paura, il progetto non era questo”
Articolo precedenteJuventus, “il terzo Thuram” al potere: Khephren obiettivo reale; la scadenza…
Articolo successivoInter, Ag. Frattesi: “Abbiamo offerte per lui”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui