MERCATO ROMA MILIK – Fino al cambio di panchina, con l’esonero di Sarri e la chiamata di Pirlo, il destino di Arek Milik sembrava essere alla Juve. Ora però la situazione è cambiata, in quanto il nuovo tecnico bianconero potrebbe voler puntare su altri profili. Per l’attaccante polacco starebbe quindi prendendo quota l’ipotesi Roma.

MERCATO ROMA MILIK – Così “Il Corriere dello Sport“.

La Roma, aspettando il denaro immesso dalla nuova proprietà, non vorrebbe rivoluzionarsi ma dovrà ristrutturarsi; all’alba della seconda stagione consecutiva lontana dalla Champions League, abbassando i costi e contenendo le spese. Da qui un’idea più volte studiata e altrettante volte congelata; vendere Ünder e forse Veretout al Napoli, importare a Trigoria il talento giovane di Arek Milik e attendere l’offerta dell’Inter per Dzeko. Se si realizzasse questo intreccio, in aggiunta alle tante altre operazioni in uscita che si possono materializzare, Guido Fienga avrebbe anche il denaro per presentare alla Fiorentina un’offerta convincente per Gaetano Castrovilli, centrocampista che Fonseca giudica ideale per il proprio calcio“.

MERCATO ROMA MILIK

MERCATO ROMA MILIK – “Lo scenario che vi abbiamo descritto non è fantascientifico. Perché il Napoli, su input di Gattuso, vuole Ünder. Perché il ds Giuntoli, dispiaciuto per come finì lo sprint di mercato lo scorso anno, ha chiesto a Veretout attraverso il procuratore Giuffredi di raggiungerlo. E perché De Laurentiis preferirebbe evitare di assecondare il desiderio iniziale di Milik, che ha già trovato un accordo con la Juventus per un contratto di cinque anni a 4,5 milioni a stagione. Siccome alla Juve non c’è più Sarri, che era il principale promoter di Milik, quell’intesa rischia di non portare a nulla. E così il giocatore, che aveva scrutato pure i campionati esteri in cerca di un ingaggio migliore, sta riconsiderando la prospettiva di spostarsi di soli 200 chilometri, guidando l’attacco della Roma“.

Articolo precedenteNapoli Meret Roma, i giallorossi propongono scambio con Pau Lopez
Articolo successivoInter D’Ambrosio: “Con lo Shakhtar partiremo alla pari, nessuna favorita”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui