Vediamo subito quali sono le notizie di oggi. Tante cose di cui scrivere, dall’affondo del Milan per Piatek, al possibile scambio Rogerio-Emerson tra Juve e Chelsea, fino alla conferma di Giuntoli del prestito di Rog al Siviglia.

 

Milan-Piatek, affondo decisivo

Il Milan sembra essersi rassegnato all’idea di dover lasciar andare Gonzalo Higuain in direzione Chelsea, dove ad attenderlo c’è il suo mentore Maurizio Sarri. E così, Leonardo deve trovare il sostituto e nelle ultime ore sembra che il nome di Piatek abbia sorpassato tutti. Il Genoa, stando a quanto filtra, ha aperto alla cessione già a gennaio.

Preziosi però chiede non meno di 40 milioni di euro più bonus. Leonardo dovrà sfruttare i buoni rapporti che intercorrono da sempre tra i due club e il canale preferenziale di cui gode il Milan col Genoa ma deve stare attento al Real Madrid. Florentino Perez è interessatissimo al 23enne polacco e potrebbe arrivare ad offrire anche 60 milioni. Dopo la Supercoppa di domani sarà tutto molto più chiaro.

 

Juventus su Emerson Palmieri: scambio con Rogerio?

Spinazzola vuole partire per giocare e l’ex Atalanta ha tante richieste. Allegri ha detto di voler tenere il ragazzo per puntare su di lui da qui a maggio ma la verità è che la Juventus è alla ricerca di un terzino che possa coprire le spalle ad Alex Sandro e il nome nuovo potrebbe essere quello di Emerson Palmieri del Chelsea.

L’ex Roma è un vecchio pallino di Paratici e in Inghilterra gioca poco (solo 2 presenze in Premier League). La Juve ha chiesto informazioni e l’idea è quella di imbastire uno scambio con Rogerio, esterno classe ’98 del Sassuolo ma di proprietà dei bianconeri che piace tanto a Sarri. Siamo all’inizio della trattativa ma questa possibilità è da tenere d’occhio. Il Sassuolo poi potrebbe sostituire il giovane brasiliano proprio con Spinazzola per chiudere il cerchio.

 

Rog al Siviglia, arriva la conferma di Giuntoli

Dopo settimane di voci e accostamenti, Marko Rog si appresta a lasciare il Napoli. Giocherà in prestito nel Siviglia che ha quindi battuto la concorrenza di tante squadre come Schalke 04 e Fiorentina. A darne l’annuncio è Giuntoli, direttore sportivo del Napoli che spiega però che l’idea dei partenopei è quella di riavere il croato al termine della stagione.

Ecco le sue parole: “E’ vero, stiamo parlando con il Siviglia, abbiamo dato il nostro ok. Il giocatore ha detto che vuole giocare con gli andalusi, ma non vogliamo darlo in prestito con opzione. Marko deve giocare questi sei mesi a Siviglia per poi ritornare da noi, lo abbiamo detto al ragazzo e al Siviglia. Siamo convinti del valore di Rog e non vogliamo privarcene facilmente. Se poi vorranno l’opzione d’acquisto sul prezzo la fisseremo ad una cifra molto molto alta”.

 

Pereyra, Stuani e gli altri: le trattative di giornata

Grandi manovre in casa Torino: Mazzarri vuole una squadra competitiva da subito e per averla è disposto anche a sacrificare qualche giovane promettente. E’ di queste ore la notizia del possibile scambio con l’Udinese: Edera e Parigini in bianconero e Fofana e Larsen in granata. Ma non è finita qui. L’ex tecnico del Napoli ha chiesto espressamente Roberto Pereyra del Watford. ‘El Tucumano’ è un vero e proprio pupillo di Mazzarri che lo ha allenato proprio in Inghilterra qualche stagione fa.

Arriva una notizia bomba invece dalla Spagna: il Barcellona è alla ricerca di una punta di scorta dopo aver ceduto Munir al Siviglia e, secondo Il Mundo Deportivo, il nome giusto è quello di Christian Stuani, 32 anni, di proprietà del Girona. Con i biancorossi ha già segnato 12 gol in questa stagione e sarebbe perfetto come vice-Suarez. La sua clausola ha un prezzo abbordabile: 15 milioni di euro. Infine, Scuffet è in Turchia per firmare col Kasimpasa, il Parma potrebbe inserire Ciciretti nell’operazione Stepinski col Chievo e il Bologna, viste le difficoltà per arrivare a Spinazzola, ha chiesto Cáceres alla Lazio.

Articolo precedenteNapoli, Giuntoli: “Ok per Rog al Siviglia, ma solo in prestito”
Articolo successivoAncelotti in cattedra: ” Vi parlo del mio modo di allenare e del gruppo “

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui