MERCATO NAPOLI LOBOTKA – Manca veramente molto poco per vedere Stanislav Lobotka, mediano slovacco del Celta Vigo, approdare al Napoli.

Così si legge nel sito de “Il Corriere dello Sport“: “È tutto perfettamente nella norma e stupirsi, in questo mondo, sarebbe semplicemente fuori luogo: provate a immaginare una trattativa qualsiasi, poi ingigantite ogni dettaglio, pure quello economico, moltiplicate gli effetti finanziari, trascinatevi dentro ad un mercato che però sia calcistico e scoprirete cosa significhi trovarsi in un affare che sembri un frullatore.

Non c’è da agitarsi prima dell’uso della penna, del calamaio o ovviamente della carta; ma conviene starsene al centro del gioco e osservare cosa succede intorno, mentre ognuno fa quel che deve: «Calma, calma….». E’ una voce che arriva da dentro Castel Volturno, mentre fuori (ma mediaticamente) s’avverte l’agitazione. Stanislav Lobotka ha venticinque anni, un paio dei quali li ha vissuti virtualmente a Napoli, con due mesi – gli ultimi – di picchi esagerati, in cui il suo nome è divenuto una ossessione […]”.

[df-subtitle]Napoli, Lobotka primo colpo di mercato[/df-subtitle]

MERCATO NAPOLI LOBOTKA – “Almeno è tutto chiaro: Lobotka vuole il Napoli, ha detto sì, non deve neanche più dilungarsi sul contratto (un quinquennale che attende l’autografo); e ora spera che il Celta Vigo, in un impeto di generosità, lo ceda; e lo lasci andare a scoprire il macrocosmo di Hamsik, il suo modello di riferimento.

Perché ciò succeda possibilmente in fretta, all’inizio della prossima settimana; c’è chi sta facendo capire al Celta Vigo che non è il caso di tenersi un calciatore insoddisfatto; che certo ognuno ha le proprie ragioni e anche la necessità poi di individuare un sostituto e comprarlo: ma che si proceda, via. Il Napoli scruta nuovi orizzonti, per la fascia sinistra, e apparentemente sembra trasmettere certezze che vorrebbe avere ma che non ancora possiede almeno in regia”.

Articolo precedenteMercato Torino, obiettivo Wague del Barcellona
Articolo successivoGenoa Nicola: “Situazione delicata, è come una sfida”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui