Mercato Milan difesa, gli infortuni di Kalulu e Pellegrino costringeranno il club ad intervenire nella zona centrale: Dragusin tra i candidati

Il posticipo del Maradona, contro il Napoli, ha lasciato diverse scorie a Milanello e non solo dal punto di vista del risultato finale, con gli azzurri capaci di rimontare il doppio svantaggio maturato nel primo tempo. Ad aggravare una situazione già delicata di per sè, per il Milan, si sono aggiunti due problemi fisici nell’ormai annosa questione grana infortuni che aleggia dalle parti di Milanello da diverse stagioni: quelli occorsi a Kalulu e Pellegrino.

Il centrale francese ha avuto decisamente la peggio dopo un contrasto di gioco dettato da un movimento abbastanza innaturale della coscia. La lesione muscolare riscontrata negli esami di lunedì, sarà probabilmente risolta con un’operazione chirurgica che ha inevitabilmente compromesso la stagione del classe 2000. Infortunio anche per il sostituto di Kalulu, Pellegrino, il quale ha riportato una frattura composta dell’osso calcinare del piede sinistro, che terrà lontano dai campi il centrale fino alla sosta natalizia.

Due magagne in più per il Diavolo in una zona, quella centrale della retroguardia, ormai falcidiata dagli infortuni, non ultimo, quello muscolare di Kjaer, e che costringeranno la dirigenza a sondare nuovi profili per il mercato di gennaio. Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Corriere dello Sport, da Milanello si stanno aprendo ufficialmente i casting in vista della sessione invernale. Una prima idea condurrebbe a Dragusin, centrale classe 2002 del Genoa e leader del reparto della squadra di Gilardino.

Mercato Milan difesa: Dragusin nel casting, ma non è l’unico

Il nativo di Bucarest ha ben figurato nella sfida andata in scena a Marassi dello scorso 7 ottobre lottando ad armi pari con Olivier Giroud e sfiorando un gol nel finale, negato solamente da una prodezza balistica di Maignan. Il Diavolo potrebbe dunque fare un tentativo per il gigante rossoblù con occhio alle alternative che potrebbero essere rappresentate da Morato, centrale brasiliano ai margini del progetto del Benfica. Il classe 2001 ha totalizzato appena 387 minuti in tutte le competizioni, ma è un profilo monitorato da Casa Milan sin dalla scorsa estate.

Articolo precedenteGrosso: “Spero si ricavi un insegnamento da domenica sera”
Articolo successivoC’è sempre un Ibra per Pioli: lo svedese ad un passo dal Milan

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui