MERCATO LAZIO – Archiviato il grande successo in Supercoppa italiana sulla Juventus, la Lazio pensa al mercato. Due rinforzi potrebbero arrivare dalla Salernitana.

Così si legge nel sito de “La Gazzetta dello Sport“: “Da Salerno a Formello: una corsia preferenziale per il mercato della Lazio. Incoraggiata anche da alcuni precedenti: come quelli di Strakosha e Luiz Felipe, transitati dall’altro club del presidente Lotito prima di affermarsi con Inzaghi. Così ora si guarda al club campano per valutare due opzioni, quelle del centrocampista Kiyine e della punta Jallow. Verso gennaio, gli obiettivi della società biancoceleste non sono puntati verso elementi necessari alla formazione titolare, protagonista di un momento splendido tra il terzo posto in campionato e la Supercoppa conquistata una settimana fa contro la Juventus a Riad. In questi giorni, a Dubai, il d.s Tare e il tecnico Inzaghi hanno fatto il punto sulle eventuali esigenze dell’organico, specialmente in riferimento alle alternative. Così Kiyine e Jallow sono tra i nomi considerati per allargare le soluzioni tra i rincalzi“.

[df-subtitle]Kiyine e Jallow, due nomi caldi per il mercato della Lazio[/df-subtitle]

MERCATO LAZIO – “Il loro arrivo risponderebbe principalmente a ragioni tattiche, pronte a favorire il loro innesto nel gruppo di Inzaghi. L’idea di riportare Kiyine alla base è collegata all’esigenza di potenziare il settore della corsia sinistra, alle spalle di capitan Lulic. Il 22enne marocchino ha giocato anche 30 gare di Serie A, in due stagioni col Chievo. E in questo campionato con la Salernitana Sofian Kiyine ha totalizzato 17 presenze con 7 gol, rimarcando una propria crescita. A caccia di rilancio Lamin Jallow, 24 anni, attaccante, anche lui di passaggio al Chievo in A. Le sue doti di contropiedista non si adattano bene al gioco di Ventura. Ultimamente ha risentito pure di alcune tensioni ambientali. In questo campionato ha trovato spazio in dodici occasioni realizzando cinque gol. Alla Lazio potrebbe prendere il posto di Adekanye, che non è riuscito a farsi largo tra la qualificata concorrenza dell’attacco di Inzaghi“.

Articolo precedenteMilan Todibo, i rossoneri insistono. Non percorribile la pista Matic
Articolo successivoFiorentina Boateng: “Il calcio è un business, siamo solo dei numeri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui