MERCATO INTER MESSI – L’Inter culla da diverse settimane il sogno Lionel Messi. Dopo il padre, anche il campione del Barcellona ha acquistato un attico a Milano, non lontano dalla sede nerazzurra.

Questo l’aggiornamento de “La Gazzetta dello Sport“: “Tre indizi fanno una prova. O più che altro: tre case fanno una prova… Scherzi a parte, sinora è certo che la famiglia Messi abbia messo radici a Milano con un paio di investimenti immobiliari che hanno permesso di mettere a fuoco i contorni di un’attrazione fatale che ha del clamoroso. In casa Inter il riserbo è assoluto, ma il mondo nerazzurro sogna lo stesso. Anche perché gli spifferi cinesi confermano che attorno a Suning ci sono tanti sponsor interessati ad entrare nel Grande Affare. Ma questo era già noto. Semmai negli ultimi giorni arrivano ulteriori segnali proprio da Barcellona. La Pulce anche contro il Napoli ha mostrato le stimmate del campione. Quei giochi di prestigio per la doppietta sono stati la riprova di come i catalani non possono che essere ai suoi piedi. E il parere unanime è che il re Leo sia incatenato al suo regno. E ai suoi sudditi. Eppure da settimane il suo silenzio sembra incrinare queste certezze“.

MERCATO INTER MESSI

MERCATO INTER MESSI – “[…] Nei sogni dei tifosi la corsa europea di Lukaku e compagni può invogliare Messi ad affezionarsi all’idea di sbarcare ad Appiano Gentile. Idea ingenua? Sino a un certo punto. Nella testa dell’esa-Pallone d’oro corrono mille pensieri, anche di natura tecnica. Perché per sognare il suo sbarco non basta attrezzarsi dal punto di vista economico, occorre che scocchi la famosa scintilla. Un campione come Messi deve maturare la convinzione che valga davvero la pena affrontare una nuova sfida.

Perché il motore di tutto sono le ambizioni. E sotto questo profilo l’Inter della famiglia Zhang ha pochi eguali al mondo. Ma, per ora, questi concetti vanno espressi sotto voce perché dalle parti di viale della Liberazione nessuno ha voglia di creare facili illusioni. Detto che i Messi a Milano sono ormai di casa per i loro affari extra-calcistici, è altrettanto vero che il distacco di Leo dal mondo blaugrana comporta dei passaggi delicatissimi. E non è scontato che tutto avvenga in maniera sollecita. Magari può accadere che il piano slitti al 2021, visto che ora come ora bisognerebbe pagare addirittura una clausola di 700 milioni. Insomma, la cottura è a fuoco lento. Si comprende bene, allora, perché fa bene all’Inter sapere che i gol del gigante Romelu possono scaldare il cuore di re Leo. Un sovrano tentato dalla campagna d’Italia“.

Articolo precedenteJuventus: serviva davvero Pirlo?
Articolo successivoMercato Napoli Boga, entro ferragosto la risposta definitiva del Sassuolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui