[df-subtitle]I viola insistono per i due giocatori croati. Pasalic dovrebbe arrivare entro la fine di questo mese. Nel mirino anche de Paul e un mediano tra Soucek, Berge e Battaglia[/df-subtitle]

La Fiorentina è sempre attiva sul calciomercato. Secondo quanto riferisce “La Gazzetta dello Sport“, i nomi più “caldi” sono quelli di Marko Pjaca e Mario Pasalic. Per il primo, visto il traguardo della semifinale della Croazia, i discorsi saranno rinviati una volta conclusa questa edizione in Russia. Di proprietà della Juventus ma in uscita dal club torinese, Pjaca avrebbe già l’accordo con il direttore generale viola Corvino, il quale dovrà ora parlare con i bianconeri.

Per quanto riguarda Pasalic, il probelma legato all’ex Milan e Spartak Mosca, appena tornato al Chelsea – proprietario del suo cartellino – riguarda il nome del prossimo allenatore dei “blues”. Il centrocampista, anche lui forte di un accordo verbale già raggiunto con la dirigenza viola, dovrebbe comunque arrivare in riva all’Arno entro la fine di luglio.

La Fiorentina vorrebbe arrivare anche a Rodrigo de Paul, fantasista dell’Udinese, ma prima dovrà cedere Eysseric, per il quale si prospetta un ritorno in Francia. Mentre in mediana piaccono sempre i già noti Soucek, Berge e Battaglia.

Intanto, dal ritiro di Moena, il club manager Giancarlo Antognoni ha rilasciato queste importanti dichiarazioni, riportate da “violanews.com“: “Ringrazio la Val di Fassa, in un periodo negativo ha dimostrato di sapersi rialzare nel modo migliore in pochi giorni. Noi come Fiorentina ci siamo rialzati da una situazione difficile vista la tragedia avvenuta. Siamo contenti di essere a Moena, di solito il settimo è l’anno più difficile, ma noi continueremo il rapporto con Moena. Cerchiamo di portare avanti il discorso iniziato nel 2011. La Fiorentina, in questi anni, ha raggiunto un livello ottimale sul piano calcistico e societario. Cercheremo di crescere ancora. Qualche giorno fa eravamo preoccupati anche noi. La stampa dica alla gente di venire a Moena. Insieme andiamo avanti. Siamo tornati a Moena con la stassa squadra dell’anno scorso con l’aggiuta di qualche giovane, ma ci auguriamo che ci siano situazioni calcistiche favorevoli. L’anno scorso ci fu un cambiamento radicale. Quest’anno il lavoro di Pioli è più facile, i giocatori sanno già cosa vuole l’allenatore. Ci sono stati innesti giovani come Hancko, Lafont e alcuni giocatori dela Primavera, ma aspettiamo qualcosa di più importante“.

Articolo precedenteOffertona del PSG di 270 milioni per Philippe Coutinho
Articolo successivoMilan, l’agente di Kalinic: “Piace ad Atletico e Siviglia”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui