[df-subtitle]I Blues fecero un provino con il talento francese, ma Kylian non convinse l’ex scout Boga[/df-subtitle]

E’ tempo di grandi rimpianti in casa Chelsea. Molto spesso nei grandi club, varie persone che militano nell’area scouting – l’area degli scopritori di talenti in parole povere – compiono errori imperdonabili nel giudicare troppo frettolosamente un calciatore. Il lavoro del talent scout non è facile ma quando un grande club scarta un talento come Kylian Mbappè, cristallino a vista d’occhio sul campo di gioco fin da tenera età, non si può far altro che sorridere.

[df-subtitle]Errore fatale[/df-subtitle]

Goal UK afferma che il calciatore del PSG venne scartato dall’ex scout del Chelsea, Boga, diversi anni fa. La motivazione? Lo scarso apporto difensivo che il giovane Mbappè forniva alla squadra. Una motivazione alquanto clamorosa e decisamente azzardata per un talento laureatosi ora Campione del Mondo con la Francia al Mondiale di Russia 2018 a soli 19 anni e vincitore di ben due Ligue 1 con le maglie di Monaco e PSG, autore di 10 reti in Champions League. Il Chelsea comincio alla madre di Mbappè tali difetti in campo da parte del figlio, facendo intendere che il provino non andò a buon fine. Nonostante ciò, i Blues volevano rivedere ancora Mbappè ma la madre si rifiutò dicendo allo scout Boga“Ascolta, il mio ragazzo non tornerà di nuovo in Inghilterra. Prendetelo ora o sarete costretti a pagarlo 50 milioni in futuro”. 

L’atteggiamento della madre non piacque a Boga che scartò definitivamente Mbappe, lasciandolo andare. Boga ha affermato che tale bocciatura è avvenuta proprio per lo scarso apporto difensivo da parte del giovane, caratteristica ritenuta fondamentale in Inghilterra e che Mbappe non aveva a quel tempo. Tale bocciatura rimarrà nella storia ma in Inghilterra non sono nuovi riguardo certe bocciature clamorose: Isco – ora in forza al Real Madrid – venne scartato dal Manchester United per la grandezza della sua testa.

 

Articolo precedenteCalciomercato Real Madrid: Lopetegui vuole Herrera
Articolo successivoSampdoria – Fiorentina: modificato l’orario del recupero

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui