In diretta a CMIT TV, è intervenuto Mauro Meluso, ex direttore sportivo dello Spezia.

ITALIANO “La Fiorentina è una squadra di profilo internazionale, è evidente che il salto è molto alto. È un salto che reputo che meriti e che sia in grado di sopportare. Italiano è un allenatore che ha un ottimo approccio con la squadra che allena, che applica meritocrazia, ha idee ed è coraggioso. Secondo me è uno degli allenatori emergenti, deve sfruttare al meglio la chance della Fiorentina. La reputo un’ottima scelta. Le pressioni saranno forti a Firenze ma credo che sarà in grado di gestirle e di mettere in pratica le sue idee, perché è una persona molto coerente. Dispiace per le modalità con cui ha lasciato lo Spezia”.

 

SPEZIA “È evidente che non ci sia stata una linearità di comportamenti. Questo è fuori dubbio, però allo stesso modo credo che per Italiano sia un’opportunità importante e a mio giudizio andava cavalcata. Abbiamo sentito tanti giudizi, forse anche superficiali, e non conosciamo la versione di Italiano”.

 

POBEGA “È stato impiegato tantissimo, ha giocato se non ricordo male 27-28 partite ed ha fatto diversi gol. Ha delle prospettive enormi, era alla prima esperienza in Serie A. Innanzitutto ha mostrato grandissima serietà, l’essere professionisti è un valore aggiunto soprattutto in un ragazzo molto giovane. Ha potenzialità enormi, credo che non sia ancora pronto per il Milan ma ci arriverà, facendo un percorso intermedio l’anno prossimo. Poi potrebbe diventare un punto di forza per i rossoneri, può diventare da Milan. Atalanta? Dovrebbe acquistarlo a titolo definitivo. Per il gioco di Gasperini è ideale a mio giudizio”.

 

PROPOSTA NAPOLI O BARI “Il presidente De Laurentiis finita la partita di Coppa Italia è venuto a fare i complimenti alla squadra. È stata una cosa simpatica, non c’era nessuna finalità a monte. È stata una cosa spontanea e molto apprezzata. Non c’è stato nulla. Non sono abituato a parlare di cose che possano urtare la suscettibilità altrui, sono cose molte riservate e non posso parlare”.

 

LA MANTIA “Pronto per la Serie A? Secondo me sì, l’ho avuto sia al Cosenza in Serie C che al Lecce in B. L’abbiamo rivenduto facendo una grande plusvalenza per il Lecce. In quel momento in Serie A giocava poco per scelta dell’allenatore, ma secondo me è un giocatore che in Serie A ci sta”.

 

SERIE B “Credo che il Parma parta con i favori del pronostico da parte di tutti gli addetti ai lavori. Ha fatto già investimenti rilevanti. Insieme vedo anche il Monza ed il Crotone, diranno sicuramente la loro. Poi ci sono le squadra che non hanno centrato la promozione, il Brescia, il Cittadella che ogni anno si ripete”.

 

Foto: profilo ufficiale Facebook di Mauro Meluso

Articolo precedenteItalia, Mancini: “Belgio grandissima squadra, non ci sono gare semplici. Chiellini…”
Articolo successivoJuve, Nedved su Dybala: “siamo in contatto per il rinnovo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui