In diretta a “Taca La Marca”, programma in onda su Radio Musica Television, è intervenuto Massimo Agostini, ex centravanti di Napoli e Milan tra le tante. Massimo Agostini si è soffermato sulla ripresa del calcio e su tanti altri temi.

Ecco quanto emerso.

La Coppa Italia: “Vedendo i risultati dell’andata le due favorite rimangono Napoli e Juventus. Dopo 3 mesi di stop bisogna capire chi è più preparato a livello mentale ad affrontare le situazioni che si verranno a creare. Senza pubblico cambia qualcosa, è un altro calcio”.

Esperienza Napoli: “Scelsi il Napoli perché non ritornare in Serie A in una grande come la compagine partenopea sarebbe stato da stupidi. Non ho ascoltato nessun consiglio visto che rifiutare il Napoli sarebbe stato molto grave per un professionista. Con questa esperienza sono ritornato nel calcio che conta e non me sono mai pentito”.

Immobile o Belotti per il Napoli: “Conoscendo Gattuso preferirebbe Immobile anche se Belotti è un terminale offensivo strepitoso. Per il gioco espresso il biancoceleste darebbe maggiori garanzie ed anche a livello realizzativo ci sono delle differenze importanti tra i due calciatori”.

Il futuro del Milan: “Rangnick sia in Germania che al Salisburgo era il manager e non l’allenatore. Al Lipsia dirige il mercato e tutto, in Italia non siamo abituati a questi tipo di personaggi. Il Milan ha gli uomini giusti per gestire la situazione – spiega Massimo Agostini – andare a spendere tanti soldi per Rangnick potrebbe essere un grande rischio. Da italiano cercherei sempre di affidarmi al made in Italy, l’importante è che ci sia una società solida, cosa che non succede da diversi anni”.

Il futuro della Roma: “La società dovrebbe provare a trattenere i pezzi da novanta come Zaniolo e Pellegrini. Dinanzi a problemi di natura economica questi giocatori potrebbero essere usati per risollevare le casse della Roma”.

Articolo precedenteMario Somma: “Koulibaly sposta gli equilibri. Mi piacerebbe rivedere Nainggolan alla Roma. Ecco come Eriksen potrebbe essere decisivo…”
Articolo successivoMercato Atalanta, occhi puntati sul baby talento Esposito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui