Queste le sue dichiarazioni a Sky Sport:

“Io stimo moltissimo Nicoletti per la sua professionalità, ma non si può pretendere che l’avvocato sappia prima di tutti o tanti i convocati, è fantacalcio. Quando usciremo da questa situazione? Ne siamo già usciti, perché il reinserimento avviene gradualmente. Il tecnico ha un ruolo molto difficile, ma ha il diritto di scegliere i collaboratori e i giocatori da mandare in campo e convocare. Più un obbligo, quello di mantenere i valori di una società. Da questo punto di vista non si può dire nulla a Luciano Spalletti, perché ha agito nel bene dell’Inter rispondendo ai valori del club”.

Articolo precedentePremier League: Il Liverpool batte il Tottenham all’ultimo respiro
Articolo successivoMilinkovic-Savic gela San Siro: nuovo stop per l’Inter

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui