Manchester United, lo storico club inglese è passato per il 25% nelle mani del plenipotenziario Ratcliffe: controllerà la parte sportiva

Dodici punti dalla vetta, otto di distanza dalla zona Champions League, occupata momentaneamente dal Tottenham; ultimo posto nel proprio girone della massima competizione europea che ne ha causato l’estromissione con largo anticipo malgrado un mercato estivo oneroso e fallimentare. Il tutto, nel periodo più florido e splendente dell’altra parte di Manchester, quella Blue, con i cugini-rivali dei citizens campioni di tutto, o quasi. Eppure, da oggi, i tifosi del Manchester United troveranno diversi motivi per sorridere e ritrovare gioie sopite ormai dal 2017, anno dell’ultimo trofeo conquistato: l’Europa League con Mourinho in panchina.

Dopo mesi di estenuanti trattative, infatti, Sir Jim Ratcliffe, miliardario, fondatore e proprietario del gruppo chimico Ineos, secondo quanto riportato da calciomercato.com, si è aggiudicato il 25% delle quote dello storico club inglese, rianimando i Diavoli Rossi dopo stagioni vissute nei bassifondi degli inferi. L’elemento cardine per il quale il club può considerare la giornata odierna un vero regalo da scartare sotto l’albero di Natale, riguarda il fatto che, il Local Boy, soprannome con il quale è stato rinominato Ratcliffe, oltre a possedere un patrimonio da 13,3 miliardi di euro, si occuperà dell’intera gestione sportiva del club, come comunicato dallo stesso Ratcliffe:

Manchester United, il vero regalo di Natale è Ratcliffe: prove di risalita

Come ragazzo del posto e tifoso da una vita del Club, sono molto contento che siamo riusciti a concordare un accordo con il consiglio direttivo del Manchester United che ci delega la responsabilità manageriale delle operazioni del Club. Sebbene il successo commerciale del Club abbia sempre garantito la disponibilità di fondi per vincere trofei ai massimi livelli, negli ultimi tempi questo potenziale non è stato completamente sfruttato. Porteremo la conoscenza globale, l’esperienza e il talento del più ampio gruppo INEOS Sport per contribuire a promuovere ulteriori miglioramenti nel Club, fornendo allo stesso tempo fondi destinati a consentire investimenti futuri su Old Trafford. Quindi un tifoso dotato di risorse quasi sconfinate e di vero amore per la squadra, oltre che in possesso di professionisti che sapranno, questa almeno è la speranza, rimediare ai vari errori commessi negli ultimi anni”, ha dichiarato il Local Boy, nuovo imprenditore chiamato a risollevare un gigante finito nei bassifondi degli inferi, ma pronto a scalare le vette nazionali e internazionali.

Oltre all’articolo: “Manchester United, il vero regalo è Ratcliffe: prove di risalita”, leggi anche:

Articolo precedenteDalla Germania: Zirkzee nel mirino del Manchester United
Articolo successivoInter, manca molto poco al rinnovo di Mkhitaryan

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui