Quella tra Luis Alberto e la Lazio è una storia ai titoli di coda: il trentunenne spagnolo sarebbe a un passo dall’Al-Duhail

Foto di Stefano D’Offizi

Scorrono, inesorabili, i titoli di coda di un film già visto e rivisto nel corso delle ultime sessione di mercato, ma il cui epilogo, questa volta, potrebbe realmente portare alla fine di una storia lunga otto anni. Luis Alberto e la Lazio sarebbero al passo d’addio e, secondo quanto riportato da Matteo Moretto, esperto di mercato per il quotidiano spagnolo, Relevo, il numero 10 avrebbe definito i termini contrattuali che ha sancito l’accordo con l’Al-Duhail, squadra appartenente al campionato qatariota.

Luis Alberto e la Lazio: ora, sta per finire davvero: Al-Duhail a un passo dal mago

Al momento, stando a quanto appreso, l’unico ostacolo sarebbe rappresentato dalla richiesta di Claudio Lotito per il cartellino del calciatore, forte del contratto con scadenza fissata nel 2028, esteso a ottobre 2023, dopo un’altra estate vissuta tra tira e molla. Il patron biancoceleste richiederebbe circa 15 milioni di euro per privarsi del proprio numero dieci, con il club qatariota disposto a raggiungere tale cifra mediante l’inserimento dei bonus.

La reticenza del Presidente del club biancoceleste andrebbe individuata anche nella percentuale sulla cosiddetta “futura rivendita” da riconoscere al Liverpool, precedente club che deteneva il cartellino di Luis Alberto e si assicurerebbe il 25% dei proventi della cessione.

In ogni caso, il mago spagnolo non sarebbe mai stato tanto vicino all’addio a quei colori sposati nel 2016: Luis Alberto, tre anni fa, sembrava a un passo anche da quelli rossoneri, con il Milan che non trovò l’accordo con Lotito malgrado la grande voglia del trequartista di raggiungere Milanello. Questa volta, i titoli di coda sembrano scorrere inesorabili, per una storia che ha fruttato ben 52 reti e 79 assist in 300 presenze totali.

Oltre all’articolo: “Luis Alberto e la Lazio: ora, sta per finire davvero: Al-Duhail a un passo dal mago”, leggi anche:

    1. Nuovo allenatore Monza, anche i brianzoli su Baroni dell’Hellas Verona
    2. Juve, Chiesa non è più al centro del progetto: l’eventuale richiamo di Conte…
    3. Cagliari, Ranieri ha deciso: “Giovedì ultima partita, vi abbraccerò tutti”
    4. Verona-Inter, Baroni: “Fare bella figura, le difficoltà non ci hanno spaventato”
    5. Verona, Setti: “Senza rivoluzione nessuna salvezza, viviamo di plusvalenze”
    6. Ranieri: “Cagliari, chiuso un cerchio, forse una Nazionale in futuro. Atalanta meravigliosa”
    7. Finale Europa League, Atalanta batte Leverkusen: Lookman eroe della notte
    8. Salvezza Verona, capolavoro Baroni dopo Ranieri: Suslov-Folorunsho per l’aritmetica contro la Salernitana
    9. Premier League, Man City ancora campione: è il quarto di fila. Tutti i verdetti

 

Articolo precedenteLa nuova vita calcistica di Nikola Kalinic: è il Direttore Sportivo dell’Hajduk
Articolo successivoUdinese, Pozzo autocritico: “Anno particolare, ho avuto paura, il progetto non era questo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui