Lucas Chaves: “Mi piacerebbe giocare nel Napoli. L’obiettivo dell’Argentinos Juniors è la qualificazione in Copa Libertadores” – ESCLUSIVA EC

Lucas Chaves: “Mi piacerebbe giocare nel Napoli. L’obiettivo dell’Argentinos Juniors è la qualificazione in Copa Libertadores” – ESCLUSIVA EC

Lucas Chaves è sicuramente uno dei portieri più promettenti dell’Argentina; classe ’95, in forza all’Argentinos Juniors, Chaves è un estremo difensore di assoluto affidamento; nell’ultima Superliga ha subito soltanto 17 reti in 23 partite e ha mantenuto la porta inviolata in ben 10 occasioni.

“Credo nel lavoro quotidiano e voglio continuare a crescere e imparare costantemente, non mi accontento mai”, ha affermato Lucas Chaves in esclusiva ai microfoni di EuropaCalcio.it; “un giorno vorrei giocare in grandi squadre e vestire la maglia dell’Argentina ha ammesso il portiere argentino, che ha aggiunto: Napoli? A chiunque piacerebbe giocare sempre nelle migliori squadre europee e in più nella squadra dove Diego è l’idolo. Sì, mi piacerebbe giocare nel Napoli.

Come trascorri le tue giornate in quarantena?

“Sto provando a sfruttare le giornate nel miglior modo possibile, rispettando l’isolamento; approfitto del tempo che abbiamo a disposizione per allenarmi tutti giorni. Inoltre gioco alla Play Station, guardo qualche film o serie tv e in questo modo diventa tutto più sopportabile, sperando che questo periodo finisca presto”.

Avete disputato un ottimo campionato: siete arrivati terzi a pari punti con Velez e Racing. Quali sono stati i punti di forza dell’Argentinos Juniors?

“Abbiamo fatto un grande torneo terminando al terzo posto; abbiamo sfidato le grandi squadre alla pari e questo per noi è motivo di vanto. Il nostro primo obiettivo era evitare la retrocessione e abbiamo lottato fino alla fine – ha sottolineato Lucas Chaves – quindi siamo molto soddisfatti di ciò che abbiamo fatto; vogliamo continuare su questa strada per essere in grado di disputare un’ottima Copa de la Superliga e ottenere la qualificazione in Copa Libertadores, che è il nostro prossimo obiettivo”.

Lucas, hai disputato tutte le partite della Superliga subendo solo 17 reti e ben 10 match senza prendere gol. Qual è stato il segreto di un rendimento così importante?

“Sono molto felice per il momento che stiamo attraversando sia personalmente che collettivamente; abbiamo raggiunto una solidità difensiva molto importante e questo mi ha portato a subire solo 17 gol e a chiudere 10 partite senza prendere reti. Siamo una squadra aggressiva, solida e molto dinamica e l’abbiamo dimostrato per tutto il torneo; penso che queste sono state le chiavi della squadra”.

Qual è il tuo punto di forza?

“Non so quale sia il mio punto di forza, questo non potrei dirlo io; io credo nel lavoro quotidiano e voglio continuare a crescere e imparare costantemente, non mi accontento mai e vado sempre alla ricerca dei minimi dettagli che possono aiutare a migliorarmi. Penso che siano questi i particolari che ti aiutano a crescere sempre di più. Cerco sempre di analizzare le partite per vedere le cose che devo correggere e le cose che posso migliorare. Perché puoi sempre migliorare”.

Ricordi il tuo esordio in Superliga?

“Sì, lo ricordo sempre, è stato il giorno che ho sempre sognato sia per la partita che per il suo significato: non è da tutti debuttare contro il River nel Estadio Monumental e grazie a Dio le cose sono andate molto bene in quel giorno”.

Quale calciatore ti ha maggiormente sorpreso nell’ultima Superliga?

“Ci sono grandi giocatori nella Superliga, ma penso che uno dei migliori sia Thiago Almada che gioca nel Vélez, ha un grande futuro”.

L’ultimo portiere che ha acquistato il Napoli dall’Argentinos Juniors è stato Nicolas Navarro. Ti piacerebbe un giorno difendere i pali della squadra che fu di Maradona?

lucas chaves 1

Lucas Chaves in azione alla Bombonera contro il Boca Juniors.

“Sì, Navarro è stato uno dei portieri che uscì dalle divisioni inferiori dell’Argentinos Juniors ed è risultato una delle migliori vendite del club. Questo per noi è molto importante e ci invita a sognare. Ovviamente a chiunque piacerebbe giocare sempre nelle migliori squadre europee ed è quello che sogniamo, e in più nel club dove l’idolo è Diego, che è uscito dalle divisioni inferiori dell’Argentinos Juniors. Sì, mi piacerebbe giocare nel Napoli“.

A quale portiere ti ispiri?

“Mi son sempre piaciuti Buffon e Casillas e li ho sempre ammirati, sono i miei idoli. E oggi vedo molto Ter Stegen e Keylor Navas, sono grandi portieri e molto completi”.

Hai il supporto della tua famiglia?

“La mia famiglia è molto importante per me e lo è sempre stata, tutto ciò che ho ottenuto è anche grazie a loro, perché mi hanno sempre supportato e mi hanno dato il loro incoraggiamento sia nei momenti positivi che in quelli negativi; hanno sempre fatto uno sforzo per non farci mancare niente sia a me che ai miei fratelli”.

Qual è il tuo sogno?

“Il mio sogno è poter giocare in grandi squadre e nei grandi campionati per poter vincere qualcosa e ovviamente un giorno vorrei poter indossare la maglia dell’Argentina“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/europac3/public_html/wp-content/themes/trendyblog-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7

About author

Cristiano Abbruzzese
Cristiano Abbruzzese 7118 posts

Giornalista pubblicista dal luglio 2012, è il direttore di EuropaCalcio.it.

View all posts by this author →

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply