LIGA PORTUGAL – Lo Sporting CP blinda il secondo posto in campionato e garantisce l’accesso alla prossima Champions League 22/23.

Di fronte gli uomini dello Gil Vicente, quinta forza del campionato, la squadra di casa ha dimostrato una grande voglia di archiviare rapidamente la pratica.

L’incontro è stato dinamico fin dai primi minuti, con lo Sporting a imporre un pressing alto agli avversari, dimostrando subito quali fossero le proprie intenzioni; e con il Gil Vicente a tentare di uscire dalla propria metà campo ogni volta che gli fosse possibile.

Dopo appena 4’, è Nuno Santos, di sinistro, a impensierire il portiere avversario, sulla cui respinta Palhinha respinge e non inquadra la porta di un soffio.

I leoni insistono alla ricerca del primo gol, schiacciando gli avversari nella propria area, e facendo il bello e il cattivo tempo sul corridoio sinistro, con le sovrapposizioni di Nuno Santos e Matheus Reis.

Lo Sporting CP conquista l’accesso alla prossima Champions League

Quasi allo scoccare del quarto d’ora, arriva un’altra opportunità per lo Sporting: Sarabia tenta un destro vellutato dai 20 metri, che di poco va sopra la traversa.

Il predominio biancoverde è evidente, e al 20’ arriva l’occasione che sblocca la partita.

José Carlos atterra in area di rigore Nuno Santos e l’arbitro non ha dubbi, concedendo il rigore. A trasformarlo è Sarabia, che tira forte e alto, siglando l’1-0.

Le occasioni continuano a fioccare, con lo Sporting che si avvicina di nuovo al gol al 25’: cross di Edwards dalla destra, con Pedro Gonçalves che non aggancia il pallone in area di un soffio.

Ancora Edwards costringe Andrew agli straordinari, quando al 31’ scarica una bomba dalla sinistra che il portiere gilista manda miracolosamente fuori.

Il calciatore inglese sembra particolarmente in serata, ed infatti, al 36’, recupera palla dal limite destro dell’area di rigore, e da posizione favorevole buca nuovamente la rete per il 2-0.

La squadra di Barcelos non si arrende, e cerca di andare alla caccia del gol che accorcerebbe le distanze. Proprio in pieno recupero il Gil Vicente trova la rete con Navarro, che su assist di Pedrinho, si infila centralmente e trafigge Adán per il 2-1.

Lo Sporting CP conquista l’accesso alla prossima Champions League

Lo Sporting rientra nella seconda parte ancora più carico, alla ricerca di un risultato più ampio. Detto, fatto.

Al 50’ arriva già una netta occasione da rete: Edwards crossa dalla destra, ma Sarabia spara la palla sul portiere sprecando.

Due minuti dopo però, ci pensa la squadra ospite a regalare il terzo gol allo Sporting. Apertura dalla destra sul lato opposto a pescare Nuno Santos che, arriva in fondo al campo, crossa, e trova l’infelice deviazione di Lucas Cunha.

Le occasioni per la squadra leonina aumentano, con il Gil Vicente che fa sempre più fatica ad avvicinarsi all’area di Adán, chiamato in causa molto raramente.

Al 61’ lo Sporting cala il poker con un nuovo rigore, stavolta per fallo in area di Navarro. A trasformare dal dischetto stavolta è Pedro Gonçalves, che sigla il 4-1.

Nonostante lo svantaggio, il Gil Vicente non si arrende, tentando di andare alla ricerca per lo meno del secondo gol, senza però riuscirci.

Negli ultimi 15 minuti, i padroni di casa alternano altre occasioni non concretizzate, al pieno controllo del possesso palla che impedirà alla squadra gilista di avvicinarsi alla propria area.

Finisce dunque 4-1 per i padroni di casa che, con questa vittoria, conquistano matematicamente l’accesso diretto alla prossima Champions League 22/23.

 

TABELLINO:

SPORTING CP – GIL VICENTE 4-1 (21’ Sarabia, 36’ Edwards, 47’ Navarro, 52’ Lucas Cunha Autogol, 61’ Pedro Gonçalves)

Sporting CP (3-4-2-1): Adán, Matheus Reis, Palhinha, Matheus Nunes, Nuno Santos, Neto, Sarabia, Edwards, Pedro Porro, Gonçalo Inácio, Pedro Gonçalves. All. Ruben Amorim.

Gil Vicente (4-3-3): Andrew, Zé Carlo, Las, Pedrinho, Francisco Navarro, Fujimoto, Leautey, Aburjania, Ruben Fernandes, Samuel Lino, Talocha. All. Ricardo Soares

Arbitro: Miguel Nogueira

VAR: Bruno Esteves

Foto: Stefani Costa/EuropaCalcio.it

 

Articolo precedenteIl Milan spreca e poi vince: Leao piega la Fiorentina nel finale
Articolo successivoL’ Atalanta mette Barak nel mirino: ecco la situazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui