Fabio Grosso, ex calciatore della Juventus e allenatore del Frosinone, sta per essere esonerato dal Lione dopo appena sette partite

Sette partite, poco più di seicento trenta minuti alla guida del Lione, per considerarsi nuovamente un allenatore svincolato. È ciò che sta per accadere a Fabio Grosso, la cui avventura sulla panchina dell’OL rischia di trasformarsi in una semplice parentesi aperta e chiusa in appena due mesi. Secondo quanto riportato dall’autorevole quotidiano transalpino, l’Equipe, l’ex terzino della Juventus sarebbe ormai in procinto di ricevere la comunicazione dell’esonero da parte della società.

Complici le quattro sconfitte in sette match e una media punti che sta condannando il Lione all’ultimo posto in graduatoria della Ligue 1, Grosso non è riuscito ad invertire una tendenza di una situazione che pareva già particolarmente complicata da inizio stagione per il club. Il tecnico, suo malgrado, lascerebbe la squadra dopo pochissime partite disputate e vittima dell’aggressione ricevuta a pochi minuti del match contro il Marsiglia, per la quale ha rischiato quasi di perdere un occhio. Un’avventura da incubo per l’ex Campione del Mondo 2006 che starebbe ormai culminando con l’esonero.

Secondo quanto appreso, inoltre, l’incarico sarà affidato al Direttore del centro sportivo, Pierre Sage: segno inequivocabile dell’intricata situazione in cui versa un’importante realtà a livello europeo come l’Olympique Lione.

[AGGIORNATA]: E’ arrivata l’ufficialità: sulla panchina, al momento siederà Pierre Sage.

Oltre all’articolo: “Lione, Grosso rimosso dall’incarico: manca solo l’ufficialità”, leggi anche:

  1. Jeremy Doku la nuova stella di Manchester
  2. Bologna, cercasi sostituto di Zirkzee
  3. Parla Calafiori, cuore rossoblu e fan di mister Motta
  4. Victor Boniface, quando il nome è una garanzia
  5. Mercato Juve, Giuntoli pesca in Premier League
  6. “Hey Jude”: l’assolo di Bellingham stende il Barcellona degli Stones
  7. Lingard, salta anche il trasferimento in Arabia Saudita
  8. Diavolo, che mal di gol: il Milan non abbandona Taremi
  9. Bas Dost, attimi di terrore in AZ-Nec: malore durante il match
  10. Zilliacus-Inter, passi avanti nella trattativa
  11. Bologna, cercasi sostituto di Zirkzee
Articolo precedenteMercato Milan: nessuna “toppa” fino a gennaio, poi Kiwior oppure…
Articolo successivoMazzarri dopo il Real Madrid: “Sono contento della prestazione”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui