Un inizio altisonante, vincente e di alto livello quello della Fiorentina di Italiano, che dimostra come nel calcio contemporaneo non siano soltanto i calciatori a fare la differenza, ma anche gli allenatori possono influire in maniera decisiva sulle sorti della squadra all’interno della stagione.

Questo è proprio il caso della Fiorentina di Vincenzo Italiano, arrivato quest’estate sulla panchina della squadra toscana dopo che il patron Commisso aveva precedentemente scelto Gennaro Ivan Gattuso per risollevare le sorti di una squadra che da troppo tempo è scivolata nella mediocrità della Serie A.

La Fiorentina di Vincenzo Italiano

Ebbene, in queste prime giornate di campionato la Fiorentina sta facendo più che bene e sta sorprendendo tutti; le quote della prima giornata di Serie A non davano fin da subito fiducia alla Fiorentina, mentre ora a poco a poco sia le scommesse sia tutti gli esperti stanno apprezzando sempre di più il calcio e i risultati che il tecnico Vincenzo Italiano sta riuscendo a regalare ai tifosi viola.

Il merito non è solo dell’allenatore ma anche della società; dal momento che i primi tre risultati positivi stagionali (la sconfitta di Roma, per giunta, è arrivata in dieci uomini e al termine di una prestazione coraggiosa; che ha fatto subito intravedere le qualità della squadra) sono arrivati anche grazie a un calciomercato estivo di alto livello; con giocatori di primo piano che sono approdati a Firenze.

Innanzitutto è arrivato un giocatore di grande qualità e prospettiva come Nicolas Gonzalez; esterno mancino che gioca a sinistra, e per questo un raro giocatore da preservare, l’argentino è titolare al fianco di due campioni come Lautaro Martinez e Lionel Messi in Nazionale, un fatto che spiega le sue qualità.

Insieme a lui è arrivato nel capoluogo toscano Alvaro Odriozola, terzino forse un po’ dimenticato dal calcio che conta ma che ha comunque realizzato le ultime stagioni sia al Real Madrid che al Bayern Monaco. Non certo due squadre di basso livello, anzi, due tre le primissime squadre al mondo; dove Odriozola ha rivestito un ruolo da comprimario ma comunque degno di nota.

La Fiorentina di Vincenzo Italiano

Nel gioco verticale, fatto di alta intensità e alto pressing offensivo; di una linea difensiva aggressiva; e di scambi che coinvolgono tutti i giocatori in fase di possesso, Italiano aveva assolutamente bisogno di un giocatore di regia che potesse fare bene entrambe le fasi; e coprire tutti i buchi che si sarebbero creati a centrocampo vista la presenza dei tanti giocatori offensivi.

Così è arrivato in maglia viola, dall’Arsenal, Torreira: ex conoscente della Serie A dai tempi della Samp, il mediano e regista uruguagio è un giocatore sopra la media che ha già dimostrato di poter essere utile e fondamentale per le ambizioni della Fiorentina.

Inter, Juventus, Napoli, Atalanta, Milan, Roma, Lazio: queste le sette grandi che probabilmente domineranno il campionato in corso. Dietro di loro, però, il ruolo di ottava squadra del campionato sembra poter essere preso proprio dalla Fiorentina; e non più dal Sassuolo o dalla Sampdoria.

Il lavoro di Italiano è già evidente, e la Fiorentina potrà togliersi delle grandi soddisfazioni nel corso della stagione.

Articolo precedenteNapoli, Insigne: “Non penso al contratto”. Spalletti: “EL importante, rosa vasta”
Articolo successivoCommisso sul rinnovo di Vlahovic: “Questa situazione mi sta infastidendo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui