[df-subtitle]Il tecnico dell’Atletico Madrid rivela un’aneddoto interessante[/df-subtitle]

Dopo l’ennesima stagione positiva alla guida del suo Atletico Madrid, Diego Pablo Simeone si dimostra già carico in vista della prossima annata che verrà. I colchoneros hanno vinto l’Europa League nella scorsa stagione e sono riusciti a trattenere la loro punta di diamante, neo Campione del Mondo con la Francia: Antoine Griezmann. In una intervista a The Coaches, Simeone ha svelato un aneddoto interessante riguardo la sua professione di allenatore. Ecco le sue parole:

Avevo 27 o 28 anni quando decisi davvero che sarei diventato un allenatore. Ricordo che stavo tornando a casa dopo un allenamento con la Lazio e finsi di dover guidare una sessione di allenamento. Mi dissi: ‘Lavoriamoci’. Sapete come i bambini usano l’immaginazione quando giocano? Feci la stessa cosa da adulto, giocando ad essere un allenatore. Usai la mia squadrae mi immaginai prendere parte all’allenamento. Mi figurai la partita successiva e pianificai tutto ciò di cui avrei avuto bisogno: alla fine ero sommerso da fogli di carta ricoperti di disegni e annotazioni”.

Simeone è sempre stato una persona di grande personalità da giocatore e sta dimostrando lo stesso anche da allenatore. I risultati che sta ottenendo tra le fila dell’Atletico Madrid lo testimoniano.

Articolo precedentePetras: “Nessun club ha offerto 25 milioni per Hamsik”
Articolo successivoPremier League, Mourinho: “Martial via? Nella vita non sempre ottieni ciò che vuoi…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui