Lecce-Milan: nel dettaglio, presentazione del match odierno e probabile formazione dei rossoneri di Stefano Pioli

LecceMilan, diciassettesimo turno del Campionato di Serie A. Il Diavolo sarà obbligato a riprendere la marcia verso la cima della classifica interrotta, nell’ultimo turno, contro la Roma di Mourinho. Dopo aver guidato diligentemente il match ed essersi portati sul 2-0, i rossoneri hanno impostato troppo in fretta il pilota automatico: un peccato capitale che ha consentito ai giallorossi di rimontare sul 2-2. Andamento analogo nel turno precedente a Salerno, con la formazione di Pioli che, in quell’occasione, ha solamente accarezzato il rischio di perdere altri due sanguinosi punti in ottica lotta Scudetto.

Come se non bastasse, la supponenza mostrata a più riprese dal Milan nel corso degli Ottavi di Coppa Italia di mercoledì, ha consentito al Toro di mattare il Diavolo nonostante l’inferiorità numerica dal minuto 70. La fondamentale tappa di Lecce di oggi, sarà propedeutica a non perdere ulteriore terreno per le residue speranze Tricolori, nonché una sorta di giro di ricognizione per il rettilineo che condurrà il Diavolo ad un altro traguardo stagionale. A Riyad, infatti, mercoledì prossimo, sarà tempo di Derby con in palio la Supercoppa Italiana.

La squadra di Pioli sarà costretta ad oliare alcuni meccanismi che sembrano essersi inceppati nel motore rossonero, causa continui infortuni e momenti di totale black-out in questa delicata fase della stagione. Defezioni che non consentono di allungare una coperta che pare sempre troppo corta, alle quali si aggiunge la squalifica di Sandro Tonali, uno dei pochi a redimersi dall’abbassare il ritmo, talvolta compassato, di molti compagni.

Lecce-Milan, le scelte di Pioli per riprendere la marcia

Il numero 8 dovrebbe esser quindi rimpiazzato da Aster Vranckx, che dovrebbe coadiuvare Bennacer nella diga a protezione del quartetto difensivo composto da Calabria, Tomori, Kalulu e Theo Hernandez. Complice la reiterata assenza di Mike Maignan per un tempo ancora indefinito, i pali della porta rossonera dovrebbero essere difesi ancora da Tatarusanu, che avrebbe vinto il ballottaggio col nuovo arrivato Vasquez.

In prima linea, Brahim Diaz avrebbe nuovamente convinto Pioli a farsi affidare le chiavi delle manovre offensive rossonere, con Leao e Saelemaekers sugli esterni. Il riferimento offensivo dovrebbe essere Olivier Giroud, col rientrante Divock Origi pronto alla staffetta per il ruolo di centravanti. Quella di Lecce sarà una tappa fondamentale per il Diavolo, che non dovrà più concedersi soste nella lunga e complicata rincorsa all’obiettivo finale.

Articolo precedenteNapoli-Juve, c’era una volta “la madre di tutte le partite”
Articolo successivoChelsea, parte anche l’operazione Mudryk: pronti 100 milioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui