[df-subtitle]Lazio – Napoli 1 – 2 Allan migliore in campo[/df-subtitle]

Buona la prima! Ciak si gira, inizia il campionato di serie A. Prima partita ricca di gioie per il Napoli che fa vedere un gran gioco e affiatamento totale. Cambia l’allenatore, il fantasma di mister Sarri non fa paura ad Ancelotti che vince allo stadio Olimpico contro una grandissima la Lazio per 1-2. Nel segno della continuità arriva la prima vittoria stagionale, dopo il gol subito, il Napoli è uscito dalla gabbia ed ha fatto vedere tutto il suo potenziale. Passa in vantaggio la Lazio con un gran gol di Immobile, pareggia Milik ma il gol viene annullato, ritorna al gol ancora Milik e chiude le danze Lorenzo Insigne con un gran gol a giro che chiude la partita. Migliore in campo per la Lazio Immobile, Allan per il Napoli. I tifosi possono sognare e per una settimana dimenticare Cavani ed apprezzare il vero bomber azzurro Milik.

LAZIO-NAPOLI 1-2
(primo tempo 1-1)
MARCATORI Immobile (L) al 25′, Milik al 47′ p.t.; Insigne (N) al 14′ s.t.
LAZIO (3-5-1-1) Strakosha; Luiz Felipe (dal 1′ s.t. Bastos), Acerbi, Radu; Marusic, Parolo (dal 44′ s.t. Cataldi), Badelj (dal 23′ s.t. Correa), Milinkovic, Caceres; Luis Alberto; Immobile. (Guerrieri, Proto, Wallace, Basta, Durmisi, Jordao, Murgia, Caicedo, Rossi). All. S. Inzaghi.
NAPOLI (4-3-3) Karnezis; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Hamsik (dal 25′ s.t. Diawara), Zielinski (dal 40′ s.t. Rog); Callejon, Milik, Insigne (dal 31′ s.t. Mertens). (Ospina, Marfella, Maksimovic, Chiriches, Malcuit, Luperto, F. Ruiz, Ounas, Verdi). All. Ancelotti.
ARBITRO Banti.
NOTE nessun ammonito o espulso.
POST PARTITA, INTERVISTA CARLO ANCELOTTI LAZIO – NAPOLI 1 – 2
“L’inizio è stato un po’ troppo lento – osserva però il neo-tecnico azzurro -. Dobbiamo crescere, ma poi siamo migliorati e abbiamo portato a casa una partita sofferta”, il commento a caldo del mister. Che poi continua: “Emozionante tornare in Italia, ci tenevo molto a iniziare con un successo, dopo un’estate un po’ travagliata. Napoli è un posto unico, con tanto entusiasmo e una grande squadra, piena di qualità. Sono tornato anche per questo”.
MILIK, bomber ritrovato: “Assomiglia a Shevchenko? Adesso è sicuramente meglio (ride con l’ucraino nello studio di Dazn in diretta). A parte gli scherzi, Milik ha fatto bene, gli auguro di fare una carriera come quella di Andriy“. Il Napoli ha mostrato anche carattere, rimontando la rete di Immobile. “Andare sotto ci ha fatto bene”, sentenzia l’allenatore ex Milan. Che è proprio il prossimo avversario degli azzurri: “Affronterò Gattuso e saluterò Maldini: sarà speciale”.
INTERVISTA LORENZO INSIGNE LAZIO – NAPOLI 1-2

Abbiamo lavorato duro quest’estate per arrivare al massimo alla partita. Abbiamo giocato col cuore, dobbiamo continuare così”. La mano di Ancelotti si è già vista: “La cosa importante è che siamo rimasti gli stessi dello scorso anno, con qualche arrivo nuovo a darci una mano” – ha aggiunto Insigne – “Dobbiamo seguire il mister, Ancelotti è un grande, ha vinto tanto: se lo seguiamo possiamo fare grandi cose in campionato e in Champions League”.

INTERVISTA MILIK LAZIO – NAPOLI 1-2

Arkadiusz Milik che ai microfoni di DAZN dopo il successo contro la Lazio ha dichiarato : “Sono molto contento dopo questa vittoria, abbiamo giocato bene e vinto, questa è la cosa più importante. Sono felice di aver giocato titolare, spero di farlo anche alla prossima. Abbiamo vinto contro una squadra molto dura, difficile. È una vittoria importantissima per squadra e società, ora guardiamo avanti alle prossime sfide. Spero di poter dare un contributo alla squadra e di fare un bel campionato. Io mi sono allenato tantissimo, negli ultimi due anni non è stato facile per me, mi sono rotto due volte il crociato. Questo è il momento giusto per giocare bene, sono molto felice. Dobbiamo vincere le prossime partite e lavorare come abbiamo fatto fino adesso. Ancelotti lo ringrazio per la fiducia che cercherò di ripagare”.

INTERVISTA SIMONE INZAGHI LAZIO – NAPOLI 1-2

Simone Inzaghi ha commentato l’andamento della gara ai microfoni di Sky Sport: “Dovevamo essere più attenti sul primo gol, peccato perché abbiamo chiuso il primo tempo in parità senza che Strakosha abbia fatto una sola parata. Peccato per il palo di Acerbi, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Nella prima mezzora abbiamo fatto benissimo, poi siamo calati: purtroppo avevamo degli squalificati e questo mi ha costretto a mandare in campo ragazzi che non erano al meglio, ma questa non dev’essere una scusante. A tratti ho rivisto la partita contro l’Inter, che avevamo dominato, ma dobbiamo imparare che contro le grandi non possiamo distrarci perché ci puniscono al primo errore” ha concluso Inzaghi, atteso sabato prossimo dalla trasferta in casa della Juventus.

Articolo precedentePremier League: Il Chelsea ha la meglio sull’Arsenal, Tottenham ok sul Fulham
Articolo successivoLiga: Messi e Coutinho affondano l’Alaves, Villarreal KO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui