LAZIO LOTITO – In una intervista rilasciata a “La Repubblica“, Claudio Lotito analizza la difficile situazione in casa Lazio legata ai tamponi. Ieri sera sarebbero emerse le positività di Strakosha, Leiva e Immobile.

Così il patron biancoceleste: “Ve l’ho detto stamattina, ce stanno a fa’ il gioco delle tre carte. Ma che vuol dire positivo? Positivo vuol dire contagioso, no? Anche nella vagina delle donne, di tutte le donne del mondo, ci sono i batteri. Ma mica tutti sono patogeni, solo alcuni in alcuni casi diventano patogeni e degenerano“.

LOTITO LAZIO

LAZIO LOTITO – Prosegue: “Anche Tare è positivo. Ma oggi nessuno ti dice se uno infetta oppure no. C’è un’aleatorietà dell’interpretazione dei risultati. Per me la valutazione la deve fare il medico, io non lo so se Immobile si sia allenato martedì perché non ero a Formello, ma il medico lo ha valutato, gli ha rifatto l’idoneità sportiva, la capacità polmonare a riposo e sotto sforzo e stava meglio di prima. Una questione è come vengono conservati i reagenti, i tamponi, come viene effettuato il test. Immobile in campo a Torino? Abbiamo il tampone, era negativo. Nessun vuol far giocare i positivi, ho fatto fare i tamponi pure ai familiari“.

Poi: “Cairo mi odia a morte dopo che ha perso con me, i suoi giornali mi attaccano per questo. Ma perde sempre, è ultimo in classifica“.

Articolo precedenteInter parla Vidal: “All’Inter per Conte, ho tanta fame di vincere”
Articolo successivoMaradona l’ex medico: “Il problema è l’astinenza dall’alcool”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui